Motogp Spagna: record di pubblico e calo di telespettatori

Tanti spettatori in più a Jerez de la Frontera, meno davanti alla televisione

da , il

    motogp spagna

    Il gran premio di Jerez de la Frontera ha avuto, in tutto il week end, una cornice di pubblico fantastica: il calore degli spagnoli è inimitabile, con i loro ben 243.004 spettatori nell’arco dei tre giorni, dei quali 131.563 per la gara della domenica.

    Tutto molto bello e positivo per le casse della Dorna: quando si parla di Spagna, tutto si trasforma in oro, per la gioia di Carmelo Ezpeleta.

    Non è la stessa cosa dall’altra parte del mare, in Italia, dove gli ascolti televisivi sono in calo rispetto alla stessa gara di Jerez del 2007. Non è un calo esagerato, ma una tendenza al ribasso che potrebbe allontanare alcuni sponsor da un campionato mondiale che perde interesse.

    Rispetto alla gara del 2007 ben due milioni di telespettatori in meno e quattro punti di share in meno. Le cause possono essere molte, ma probabilmente le prestazioni non più esaltanti di Valentino Rossi rappresentato quella più importante.

    Tanti telespettatori si sono avvicinati a questo fantastico sport non per amore delle gare e delle due ruote, ma per la simpatia e le vittoria del Dottore: ma è bastata una stagione in chiaro scuro del pesarese e già la Motogp, per questi pseudo-tifosi, non è più così trendy.

    Gli sponsor non si preoccupino però: la carriera di Valentino Rossi sarà ancora lunga e, lo speriamo, ricca di successi. Anche se effettivamente le domeniche con tre italiani sul podio sono ormai una chimera, speriamo in un ritorno alla grande dei piloti italiani. Attualmente, a farla da padrona nel circo della Motogp è la scuola spagnola, in forte ascesa, aiutata da dirigenti lungimiranti e da tanta passione da parte di tutta la nazione. Magari possiamo prendere esempio da loro!