MotoGP Test Australia 2017, Valentino Rossi: “Yamaha in difficoltà, bisogna lavorare”

da , il

    Valentino Rossi ha chiuso la prima giornata del MotoGP Test Australia 2017 al secondo posto. Un risultato ottenuto nel finale grazie alla gomma nuova che gli ha permesso di scalare la classifica. Il “Dottore” non è comunque soddisfatto del risultato ottenuto e ha trovato diverse problematiche alla sua nuova Yamaha M1. Il pilota di Tavullia, intervistato dopo le otto ore di test, ha spiegato cosa manca alla sua moto per essere veramente competitiva.

    “L’inizio di test è stato problematico. Non ero veloce e non avevo feeling con la M1 – ha analizzato Valentino Rossi – l’avantreno non lo sentivo bene e facevo fatica a far dei buoni giri. Ho anche rischiato di cadere ma mi son salvato all’ultimo”. Il box Yamaha ha lavorato duramente per aiutare il proprio pilota a trovare il giusto setup: “Nel pomeriggio sono andato meglio grazie alle modifiche fatte dai miei ingegneri. Sono stato più veloce e vicino ai primi. Il tempo di 1’29.6 è stato buono ed è stato fatto con una gomma nuova”. Valentino Rossi ha fatto intendere di non essere comunque soddisfatto dei tempi fatti registrare durante questa prima giornata: “Dobbiamo lavorare ancora tanto nei prossimi due giorni perchè dobbiamo capire quale sia il telaio migliore da usare in questa stagione e capire come migliorare il passo gara. Devo ammettere che la nuova Yamaha è più complessa e ci vorrà del tempo per capirla”. Domani, Giovedi 16 Febbraio, Valentino Rossi compirà 38 anni. “Festeggerò qui con la mia squadra e qualche amico. Una cena tranquilla, nulla di più”. Il Dottore, insieme al resto della MotoGP, scenderà in pista domani per la seconda giornata di test a Phillip Island. Riuscirà a trovare il giusto feeling con la nuova M1?