MotoGP Test Qatar 2017, Valentino Rossi preoccupato: “Non so cosa fare”

MotoGP Test Qatar 2017, Valentino Rossi preoccupato: “Non so cosa fare”

Il Dottore non è soddisfatto del lavoro svolto durante la tre-giorni di test.

da in Interviste MotoGP, MotoGP 2017, News MotoGP, Test Motogp, Valentino Rossi
Ultimo aggiornamento:
    MotoGP Test Qatar 2017, Valentino Rossi preoccupato: “Non so cosa fare”

    Nel weekend si è disputato a Losail il MotoGP Test Qatar 2017, ultimo atto del pre-campionato. Tra due settimane, esattamente Domenica 26 Marzo, la MotoGP scenderà in pista per la prima gara stagionale. Un evento molto atteso che ci dirà i veri valori in pista dei vari campioni. Maverick Vinales, dopo essere stato l’assoluto protagonista dei test, ha spaventato un po’ tutti con degli ottimi tempi. Lo spagnolo è costante sul passo e veloce sul giro secco, ha trovato un feeling pazzesco con la M1 ed è pronto a lottare per la vittoria nel GP di Losail. Se la Yamaha può sicuramente sorridere per l’impatto positivo dell’ex pilota della Suzuki, non può fare lo stesso con Valentino Rossi. Il “Dottore” di Tavullia, durante i test pre-campionato, non è quasi mai riuscito a trovare il giusto setup per la nuova M1. A due settimane dall’inizio del mondiale, il suo feeling con la moto non è buono come lui stesso ha ammesso.

    Valentino Rossi, dopo la terza e ultima giornata del MotoGP Test Qatar 2017, ha spiegato le proprie sensazioni: “Ho faticato tanto in pista perchè l’assetto che avevo trovato Sabato non ha poi funzionato Domenica – ha analizzato il numero 46 – la pista era un po’ diversa e la moto non ha risposto come ci aspettavamo. Pensavo di aver trovato la quadra e invece non è cosi. Adesso dobbiamo metterci a studiare le varie telemetrie e dati raccolti per capire cosa non va e sistemare la moto in ottica gara. Non sono ancora riuscito a sfruttare la M1 al massimo del suo potenziale e questo non va bene se voglio essere competitivo per vincere”. Valentino Rossi è parso un po’ preoccupato della situazione e del gap dal suo compagno di squadra: “Maverick si è subito trovato bene in sella alla M1 – ha continuato Rossi – attualmente ho accusato un ritardo di 8 decimi da lui, mentre sono più vicino a tempi delle Ducati e Honda.

    Sicuramente non sono soddisfatto di questo risultato perchè penso che non siamo pronti per la prima gara”. Quello che preoccupa maggiormente il Dottore è la scarsa costanza nei long run, ossia lo stesso problema riscontrato nei test di Sepang e Phillip Island. Riuscirà a trovare la giusta via per essere competitivo sulla nuova M1?

    416

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interviste MotoGPMotoGP 2017News MotoGPTest MotogpValentino Rossi