MotoGP Test Sepang 2013: Pedrosa e Lorenzo imprendibili, Rossi e Marquez alla rincorsa

da , il

    La giornata centrale dei test di Sepang per quanto riguarda il circus della MotoGP 2013 volge al termine. Scendono i tempi per tutti, e Ducati fa un passo avanti non sufficiente a portarla sotto il podio ma comunque incoraggiante per i piloti. Si confermano le prime 4 posizioni, e anche se i distacchi sono più marcati si nota comunque il lavoro fatto da Honda e Yamaha, che mettono tutte le loro moto pilotate ufficialmente davanti alle Rosse di Borgo Panigale.

    Valentino Rossi M1 Yamaha Sepang 2013 2

    Durante la seconda giornata di test il lavoro svolto non prevede la ricerca del giro veloce. Non è importante, perché quella è una cosa relegata alla fine dei test, quando tutto ciò che andava provato era stato provato, e tutto ciò che c’era da studiare era stato studiato. E quindi ci viene il dubbio su dove hanno deciso di arrivare, Pedrosa e Lorenzo, che limano ben mezzo secondo dal tempo fatto ieri, rimanendo distaccati (con lo Spagnolo in testa) di soli 2 centesimi. Il ritmo è serrato, si cerca di sfruttare ogni minuto utile per prepararsi al meglio e iniziare il campionato con in tasca i 25 punti di Sepang, e lo sa bene Yamaha, che probabilmente partirà svantaggiata saltando i test ufficiali previsti sul tracciato di Austin.

    Marc Marquez RC213V Honda Sepang 2013 2

    Continua a stupire Marc Marquez, per nulla scoraggiato dai risultati del compagno di squadra e del campione del mondo, e stampa con la sua RC213V ereditata da Casey “Fast Daddy” Stoner un 2:00.803, che se si confronta con il giro record della pista fa impressione, gli manca già solo mezzo secondo. Poi se a questo ci si aggiunge il fatto che tutti gli altri esordienti, o per meglio dire l’unico su una moto competitiva (Bradley Smith) gli paga un secondo, e persino il suo compagno di marca Stefan Bradl sulla Honda semi ufficiale del Team LCR continua a perdere mezzo secondo, beh basta tirare una riga e capire che l’anno prossimo ci potrebbe essere un altro contendente al titolo, che ha una seria possibilità di strapparlo dalle sapienti mani di Jorge Lorenzo. Occhio!

    Dovizioso Desmosedici GP 13 Sepang 2

    Resta il capitolo Ducati, a cui va fatta menzione per il grande miglioramento avuto oggi, con Hayden e Dovizioso nono e decimo con 1,5 secondi dalla vetta. Se si considera che i tempi si sono abbassati, e che nonostante tutto hanno diminuito il distacco dalla vetta di oltre un secondo, non si può dire che in Ducati non stiano lavorando da matti. Adesso i piloti sono un po più rilassati, ma un secondo e mezzo dalla vetta resta comunque una cifra abbastanza elevata, e si sa che i capoclassifica non stanno spingendo. Ancora male il Team Pramac, che si ritrova nuovamente dietro i tester delle case giapponesi. Non sembra pagare quindi la scelta dell’ingaggio di Ben Spies, campione del mondo SBK nel 2009 e pluri campione AMA SBK, mentre la scommessa Iannone deve ancora dare i suoi frutti. Certo ci si attendeva qualcosa di più da entrambe.

    I commenti dei Piloti di oggi

    La cronaca del test di oggi

    La cronaca del test di ieri

    Il commento tecnico del test di ieri

    I commenti dei Piloti di ieri