MotoGP Test Sepang 2016, Valentino Rossi: “Lorenzo mi preoccupa”

da , il

    Valentino Rossi ha chiuso i Test di Sepang con il secondo posto in classifica dietro al compagno di box, Jorge Lorenzo. Il ‘Dottore’ ha testato a lungo la sua moto in questa tre giorni alla ricerca del giusto feeling con la moto. Tra i due piloti Yamaha, seppur entrambi abbiamo raggiunto dei risultati nel complesso positivi, sembra che lo spagnolo abbia già trovato il bandolo della matassa per domare la M1 gommata Michelin. Si perchè il campione del mondo, come nelle altre due giornate, ha dimostrato un ritmo importante sia nel giro secco che in long-run. Dati alla mano lo spagnolo è stato l’unico pilota a scendere sotto al muro dei 2′ nel giro secco ed è stato costantemente con un ritmo-gara decisamente buono. Valentino Rossi può dunque sorridere ma a metà per ciò che è emerso dai Test di Sepang.

    Dopo questa prima tre-giorni di Sepang si può dire che Valentino Rossi sia all’inseguimento di Jorge Lorenzo. “Ci aspettavamo maggiori difficoltà, soprattutto con l’elettronica e le nuove gomme Michelin – ha spiegato il ‘Dottore’ dopo il Day3 dei Test malesiani – invece abbiamo trovato una moto buona che ha risposto egregiamente sia alla nuova elettronica che ai pneumatici Michelin. Faccio i complimenti ai tecnici che hanno fatto un ottimo lavoro”. Valentino Rossi ha poi analizzato i suoi test che lo hanno visto arrivare due volte secondo e una sesto. “Siamo cresciuti giorno dopo giorno e devo dire che abbiamo trovato la giusta via, con le idee chiare su ciò che ci serve e cosa no. Abbiamo provato veramente tante cose in queste giornate e dobbiamo ancora comparare bene la moto del 2015 a quella 2016, ma sono contento. Guardando anche la concorrenza vedo che Honda e Ducati sono dietro e questo è un bene per noi”. Valentino Rossi ha poi confermato quanto visto in pista ossia un Jorge Lorenzo veramente in palla in questi primi Test stagionali. “La cosa negativa finora è solo Jorge perchè è stato troppo veloce – ha analizzato il pilota di Tavullia – Lorenzo non è stato veloce solo per me ma per tutti. Io potevo abbassare un pochino il tempo finale ma di certo non sarei riuscito a stare sotto i 2′ come ha fatto lui. Devo ammettere che se lui va così è preoccupante“. Riuscirà il “Dottore” a ridurre il gap dal campione del mondo?