MotoGP Turchia. Fiat-Yamaha, che disastro!!!

MotoGP Turchia

da , il

    MotoGP Turchia.  Fiat-Yamaha, che disastro!!!

    Umiliante flop per la scuderia Fiat Yamaha di Valentino Rossi e Colin Edwards che ha smorzato i sorrisi che i due piloti avevano profuso durante la presentazione del nuovo team, appena qualche mese fa: gara buttata al vento per entrambi, nonostante la favorevolissima pole ottenuta durante le qualifiche di ieri pomeriggio e che aveva fatto ben sperare per la gara di oggi.

    Il primo ad uscire di scena è Colin, incolpevole, falciato di netto nei primissimi giri dalla moto verde di Jacque, che prima di scendere in pista aveva detto “Voglio fare bene.” E invece…

    Il pilota texano, partito bene, ha perso subito posizioni e nell’intervista post gara ha spiegato il perchè: “Sono partito bene, ma ho avuto problemi a scaldare la gomma posteriore, come ci aspettavamo. Per questo non riuscivo a chiudere bene le curve e ho perso subito posizioni nel primo giro. Poi Valentino è uscito largo alla curva veloce a destra e credo che tutti si siano distratti a guardare lui senza pensare alla curva successiva! Mi è sembrato che tutti i piloti vicino a me siano andati un po’ larghi alla curva 12, io ho frenato normalmente passando all’interno, quando Jacque mi ha colpito da dietro e sono caduto. Non mi sono fatto molto male, ma ho preso una botta al ginocchio che si è gonfiato parecchio. È un peccato perché la moto stava andando bene e con la gomma a temperatura avrei potuto fare una buona gara.

    La giornata non è andata meglio a Valentino Rossi, decimo, tra la delusione e l’umiliazione.

    A fine gara, il pilota italiano, non ha potuto nascondere l’immenso sconforto per il risultato ottenuto in gara dopo le buone premesse di ieri. Il colpo è stato duro e la classifica ne ha risentito. Con una Ducati così, la Yamaha e la Michelin non possono permettersi di sbagliare nulla.

    Siamo davvero delusi per oggi perché avevamo grandi aspettative per la gara“, ha detto Rossi - “invece abbiamo avuto problemi imprevisti alle gomme ed è finita in un disastro. Sia ieri che stamattina le gomme andavano bene ma sfortunatamente dopo qualche giro è successo qualcosa e non sono riuscito a sfruttare il potenziale della moto. Non sappiamo ancora il motivo del problema, la Michelin sta cercando di capire cosa è successo. Sono partito molto bene ed ero in testa anche se ho fatto un errore alla curva undici, sono andato largo passando in quinta posizione. Comunque all’inizio la moto andava molto bene per cui sono riuscito a risalire al secondo posto, ed ero sicuro che sarei riuscito a giocarmela con Stoner. Purtroppo però, dopo dieci o undici giri ho cominciato a perdere completamente il grip e sono stato costretto a rallentare perché avevo paura di cadere. Ho capito di avere un grosso problema alle gomme e ho cercato solo di arrivare alla fine. Oggi siamo stati sfortunati, siamo partiti in prima e seconda posizione ma Colin è caduto nel contatto e io ho avuto questo problema. Elias oggi non mi è piaciuto perché è stato piuttosto pericoloso, mi ha passato all’interno più di una volta, cambiando poi traiettoria. Non è il modo corretto di correre. Siamo tutti un po’ tristi ma ci sono ancora molte altre gare per cui non vediamo l’ora di andare in Cina”

    La prossima volta, è probabile che uno scaramantico come Valentino chiederà BMW o Mercedes come sposnor!