Motogp Usa: l’incontentabile Jorge Lorenzo

Nonostante la caduta rimediata nelle prove di Laguna Seca, Jorge Lorenzo conquista, in gara, il terzo gradino del podio

da , il

    Jorge Lorenzo, nonostante abbia corso il Gran Premio degli Stati Uniti con una lussazione della clavicola destra e un dito del piede fratturato, è riuscito ad ottenere un podio davvero imporatante per la sua rincorsa, in classifica mondiale, al compagno di box Valentino Rossi, ora distante di nove lunghezze.

    In uno dei tracciati più impegnativi e faticosi e con il fisico provato dalla doppia terribile caduta subita durante le qualifiche, il malconcio Lorenzo è riuscito a portare a casa un terzo posto, che gli consente di tenere aperta la lotta mondiale con gli altri due moschettieri della classe regina. Infatti Vale ha conquistato solo quattro punti in più mentre Casey, è finito addirittura alle spalle del pirata spagnolo.

    A fine gara il maiorchino si è presentato in conferenza stampa con una vistosa imbottitura alla spalla infortunata e ha così commentato la sua prova californiana: “non credevo di poter portare a a casa un podio, dopo che ieri sono caduto per la seconda volta, invece grazie alle cure della clinica mobile e del dottor Costa abbiamo potuto archiviare positivamente la gara”.

    Per il centauro spagnolo della Yamaha M1, quella di Laguna Seca è stata una corsa difficile e piena di ostacoli, ma questo non gli ha impedito di essere sempre protagonista. Infatti, basta ricordare che ha dato parecchi grattacapi al Campione del Mondo in carica, Valentino Rossi e se non fosse stato per la sua fretta di sverniciare il Dottore, Jorge, avrebbe sicuramente potuto studiare nel corso dei successivi giri, un sorpasso più ragionato e decisivo.

    E’ lo stesso givane talento iberico che ammette il suo errore davanti ai microfoni dei gionalisti:“avrei potuto terminare secondo, se non avessi fatto quell’errore superando Valentino. Ma c’è solo da essere contenti dopo una gara così”.

    Onore e gloria, dunque, all’eroico e insaziabile “Giorgio”, il quale è pienamente consapevole della difficoltà di questa entusiasmante stagione 2009 della Motogp ,che ripartirà dal GP di Germania, in programma tra il 17 e il 19 di luglio.

    Ora, lo spagnolo penserà a recuperare la sua forma fisica, pesantemente condizionata dall’infortunio subito e come egli stesso conferma, si augura di poter tornare a competere in pieno vigore con i suoi agguerritissimi rivali, Caesy Stoner e Valentino Rossi:” dicono che la lesione alla clavicola è abbastanza critica e che per recuperare pienamente ci vorrebbero dalle 5 alle 6 settimane. Ovviamente tenteremo di forzare il recupero e al Sachsenring ci presenteremo più forti che qui”.