MotoGP USA – Pedrosa in volo verso Laguna Seca grazie a Xavier Mir

Daniel Pedrosa in volo verso gli Stati Uniti per cercare di riuscire a correre il prossimo GP: ce la farà? Intanto arriva il (positivo) nulla osta del Dottor Xavier Mir

da , il

    Non sono solo gli italiani a dover ringraziare il Dottor Costa e la sua preziosissima Clinica Mobile che da Mondovì, in provincia di Cuneo, è riuscito a conquistare il mondo della velocità con passione e professionalità.

    Anche in Spagna i piloti hanno un medico a cui accendere un cero: Xavier Mir.

    E’ stata confermata, infatti, la presenza (non ancora “partecipazione”) del pilota di Sabadell, Daniel Pedrosa, all’ appuntamento americano di Laguna Seca, previsto per il week end che sta per arrivare.

    Proprio la Honda HRC ha dichiarato che Daniel Pedrosa è stato dimesso dall’ ospedale di Barcellona dove era stato ricoverato per subire una piccola operazione artoscopica necessaria per permettere al pilota di recuperare velocemente le forze in vista della gara californiana.

    In accordo con il mio dottore abbiamo deciso che volerò negli Stati Uniti e cercherò di dare il massimo questo fine settimana – ha detto Daniel dopo il nulla osta del Dottor Xavier Mir - Sappiamo che non sarà facile e che non conoscerò le mie esatte condizioni fino a quando non salirò sulla moto venerdi. È un momento difficile per me, ma se posso correre, lo farò come meglio so fare.

    Grande, grandissima grinta da parte dello spagnolo, ma basterà?

    L’ incidente rimediato lo scorso week end si è rivelato più serio del previsto e per Daniel Pedrosa sarà difficile dare il massimo domenica prossima.

    Laguna è un tracciato che richiede il 100%, sarà dura con i miei infortuni, ma so di potercela fare grazie al supporto della gente che mi sta attorno. – confessa Daniel – Laguna è quello che chiamo un circuito “vecchia scuola”, con molti sali scendi. I tifosi sono grandi li, quindi farò il massimo per loro. Vedremo che cosa sarò in grado di fare. Voglio ringraziare tutti per il supporto che mi è stato dato.”