MotoGP Valencia 2016, Valentino Rossi su Iannone: “Con lui bisogna sempre lottare all’ultimo sangue”

MotoGP Valencia 2016, Valentino Rossi su Iannone: “Con lui bisogna sempre lottare all’ultimo sangue”
    MotoGP Valencia 2016, Valentino Rossi su Iannone: “Con lui bisogna sempre lottare all’ultimo sangue”

    Il MotoGP Valencia 2016 si è concluso con la vittoria di Jorge Lorenzo con la Yamaha. Lo spagnolo, dopo aver dominato dall’inizio alla fine, si è meritato ampiamente il successo. Dietro di lui c’è stato spettacolo con Marc Marquez, Valentino Rossi e Andrea Iannone in lotta per il secondo e terzo gradino del podio. Alla fine lo scontento dei tre è stato Valentino Rossi, battuto prima da Marquez poi da Iannone. Il pilota di Tavullia, a fine gara, ha spiegato la gara, il duello con Iannone e ciò che si aspetta dalla MotoGP 2017. Dopo il salto l’intervista del “Dottore”.

    “Penso che sia stata una bella gara, peccato non essere riuscito a chiudere sul podio – ha spiegato Valentino Rossi – Mi spiace perchè a metà gara ero in seconda posizione, poi mi hanno superato. Marquez ne aveva qualcosa in più e anche lo stesso Iannone alla fine andava meglio. La mia gomma era in difficoltà e nell’ultimo tentativo di sorpassare la Ducati sono andato largo”. Per Valentino Rossi tanti sorpassi e bagarre accesa con Andrea Iannone. “Con lui bisogna sempre lottare fino all’ultimo sangue – ha spiegato il numero 46 della MotoGP – quando lo superi, lui cerca di ripassarti subito e butta dentro la moto. Pensa sempre molto alla posizione e non a chi ha davanti”. Per Valentino Rossi, comunque secondo nel mondiale piloti, ora inizierà una nuova fase della carriera con un nuovo compagno di box. “Il mio rapporto con Jorge Lorenzo, fuori dalla pista è stato spesso difficile – ha ammesso il pilota di Tavullia – questo però ci ha motivato a fare bene in pista.

    Sportivamente sono convinto che aver nel box un pilota cosi forte ti aiuti a fare sempre il meglio possibile. Nel complesso credo che sia stata una relazione costruttiva visto i risultati ottenuti da Yamaha, da me e da lui in questi anni di convivenza nel box”. Per Valentino, Martedi e Mercoledi, ci sarà da testare la nuova M1: “Non vedo l’ora. Non ho ancora visto la nuova moto. Domani mi metterò col martello e cacciavite a rompere la scatola di legno dov’è contenuta” ha scherzato il pilota Yamaha.

    404