MotoGP Valencia 2017, Andrea Dovizioso: “Siamo veloci ma non basta” [FOTO]

I commenti dei piloti dopo le prove libere 2 della MotoGP Valencia 2017. Marquez: meglio cadere oggi che domenica. Rossi: le Honda fanno un altro sport

da , il

    MotoGP Valencia 2017, Andrea Dovizioso: “Siamo veloci ma non basta” [FOTO]

    L’ultimo atto della sfida mondiale, la MotoGP Valencia 2017, ha visto nelle prime due sessioni di prove libere una Honda molto in palla con Marc Marquez decisamente veloce e per niente intenzionato a recitare un ruolo da comprimario, accontentandosi di una posizione di rincalzo sufficiente a portare a casa il titolo. Il leader del campionato vuole chiudere da par suo e lo ha dimostrato tirando sia in mattinata che nel pomeriggio, al punto di cadere proprio in chiusura della FP2. L’inseguitore Andrea Dovizioso ce la sta mettendo tutta, nonostante la sua Ducati non sembra avere quel guizzo in più che servirebbe al pilota italiano. Tuttavia il suo compagno Jorge Lorenzo pare trovarsi a proprio agio, tanto da avere ottenuto il miglior tempo nel pomeriggio. Andrea Iannone ha avuto un guizzo in mattinata, registrando il giro più veloce con la sua Suzuki. Male invece le Yamaha ufficiali: né Valentino RossiMaverick Viñales sono riusciti ad ottenere tempi di rilievo. Ma ora leggiamo le dichiarazioni dei protagonisti al termine delle prove libere. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara della MotoGP Valencia 2017

    MOTOGP VALENCIA 2017, I COMMENTI DEI PILOTI DOPO LE PROVE LIBERE

    Andrea Dovizioso ci crede ancora, deve e vuole crederci. L’obiettivo è vincere. In mattinata ha ottenuto un tempo quasi pari a quello di Marquez, ma nel pomeriggio non è stato altrettanto veloce. Queste le dichiarazioni del pilota italiano della Ducati dopo la FP2: “Il feeling con la moto non è ottimo, sto facendo un po’ di fatica. Come velocità siamo là davanti, ma non come Marc e Dani. Non basta, dobbiamo guidare più fluidi per avere un passo costante per tutta la gara, devo far scorrere la moto un po’ di più. Ci sono varie cose su cui possiamo migliorare, c’è un po’ di margine ch esi può recuperare. Per quanto riguarda le gomme, siamo partiti con quelle usate, abbiamo fatto molti giri e la prestazione non è calata. Quello non sarà un problema per la gara“.

    Jorge Lorenzo ha la stessa moto ma lo spagnolo non sembra aver risentito dei problemi avuti dal compagno: “Dobbiamo essere contenti, la moto sta funzionando bene per questa pista. Abbiamo provato gomme medie e morbide, andiamo bene con tutte e due. Si può migliorare in qualche dettaglio, la moto è quella che è con punti forti e deboli, dobbiamo migliorare quelli forti. A Valencia sono andato sempre bene, mi piace molto questa pista“.

    Per la Yamaha il weekend è cominciato male, la velocità non arriva. Maverick Viñales è sconsolato: “Non so cosa succede, è molto difficile capire. Io sto facendo il mio massimo, così anche il team. Non vediamo l’ora di finire il campionato, fermarci e pensare al prossimo anno. Il grip è buono ma la moto non si riesce a guidare bene, non riesco a frenare tardi o ad andare forte in curva. La gomma media lavora un po’ meglio della soft, quindi domani lavoreremo su quella“.

    Andrea Iannone si è messo in mostra in mattinata col miglior tempo, però nel pomeriggio una caduta ha rovinato la giornata a lui e alla Suzuki: “Sono contento per questa mattina, siamo stati molto veloci, anche se ci manca qualche decimo da Marquez. Nel pomeriggio siamo ripartiti con le gomme usate, non giravamo male. Alla fine abbiamo deciso di montare le gomme nuove e nel giro d’ingresso sono scivolato a destra con l’anteriore. Strano, era la gomma più soffice a nostra disposizione. Ma io non mi sono fatto male e questa è la cosa più importante“.

    E Valentino Rossi? Parlando della lotta mondiale, il Doctor dice: “Sembra che le Honda facciano un altro sport e anche le Ducati sono molto veloci. Sarà difficile battere quei quattro. Sarà una gara difficile. L’ultimo run di oggi mi ha un po’ rinfrancato, perché la moto è andata meglio dopo una modifica. Montavo gomme medie, però sono riuscito a fare dei buoni giri“.

    Infine Marc Marquez. Il leader del mondiale spiega la caduta in chiusura di FP2: “Non sono felice per la caduta, ma meglio oggi che domenica. Ho perso l’anteriore, credo che fosse perché stavo girando con gomme usate. Io spingo sempre al massimo ed è difficile capire dove sia il limite. Cercherò di non cambiare il mio stile di guida, quindi spingerò di più nelle libere per essere più prudente in gara“.