Motogp Valencia: ultima volta da numero uno per Nicky Hayden

ultima gara con in carena il numero uno per Nicky Hayden

da , il

    Nicky Hayden

    Sembra lontanissimo il giorno in cui lo statunitense Nicky Hayden vinceva il campionato Motogp. In realtà è solo un anno fa, ma le prestazioni del pilota HRC questa stagione sono state particolarmente anonime.

    Un buon pilota, ma non un campione, dicevano di lui gli addetti ai lavori. Valentino Rossi aveva fatto di tutto per perdere il campionato 2006, addirittura cadendo nell’ultima prova proprio a Valencia. Non sarà un fenomeno ma quando ha avuto l’occasione l’ha sfruttata al meglio, questo fa di lui un professionista serio e capace e merita di correre tra i migliori.

    Non si è mai lamentato troppo e ne avrebbe avuto motivo. Benchè corresse con il numero uno sulla carena, la sua squadra ha costruito una moto plasmata sul suo compagno di squadra. Praticamente una mini moto per far vincere Dani Pedrosa, il pilota super sponsorizzato dalla dirigenza della Honda e della Dorna. Aveva le gomme Michelin che hanno fatto pietà quest’anno, ma non si è prodigato nei lamenti di fine gara che piloti più titolati di lui esternavano in ogni occasione.

    Anche in occasione della sua ultima gara da campione del mondo il pilota a stelle e strisce fa un’analisi seria e precisa. “Bè siamo sulla nostra strada per Valencia, e quasi non riesco a credere che è l’ultima gara dell’anno” – dichiara Nicky Hayden e aggiunge- ” sono davvero impaziente per questo weekend, ma a dir la verità non sono contento che la stagione sia quasi finita perché abbiamo avuto un passo decente nelle ultime gare e in qualche modo vorrei che la stagione stesse per ripartire, non per finire. Ovviamente l’anno non è andato esattamente come mi sarebbe piaciuto e vorrei ci fosse ancora qualche gara da correre. Ad ogni modo, non vedo davvero l’ora di tornare a Valencia perché il circuito ha un posto speciale nel mio cuore per tutto quello che è successo qui l’anno scorso. A parte quello, semplicemente mi piace il circuito e il modo in cui si snoda in un’area così stretta. È un circuito dove in passato ho fatto bene e di certo sarà la nostra ultima possibilità della stagione, quindi proveremo a finire con stile. Sarà la mia ultima gara con il numero uno sul cupolino quest’anno, quindi sicuramente spingerò al massimo come al solito. Ad essere onesto non vedo l’ora che inizi il weekend.”