MotoGP Yamaha, Ben Spies: Lorenzo velocissimo

MOTOGP - Ben Spies, nuovo rider Yamaha, inizierà a breve la nuova avventura nel team ufficiale della casa dei tre diapason

da , il

    MotoGP 2011 Ben Spies

    MOTOGPBen Spies, nuovo rider Yamaha, inizierà a breve la nuova avventura nel team ufficiale della casa dei tre diapason.

    Per il ventiseienne centauro statunitense si tratta dell’occasione della vita: avere per le mani la moto ufficiale che ha dominato gli ultimi anni del mondiale MotoGP e correre come compagno di scuderia del campione del mondo in carica non sono opportunità che ti capitano tutti i giorni… Soprattutto quando solo tre anni fa correvi nel campionato Superbike americano!

    BEN SPIES – Dopo una stagione d’esordio estremamente positiva Texas Terror si presenta ora al via con ben altre ambizioni e naturalmente sta preparando al meglio i test ufficiali di Sepang: “Ho iniziato a correre con una squadra di ciclismo e un paio di giorni fa abbiamo avuto la nostra prima gara. È stata molto divertente,” ha rivelato Spies, “È valsa anche come preparazione per il primo test. Non vedo l’ora di tornare in sella ed iniziare con la nuova squadra. Non guido una moto da Valencia e farò fatica a ritrovare il ritmo, ma sono pronto a tornare al lavoro.”

    Nervoso del verdetto della Malesia? A sentirlo non si direbbe: “Ovviamente ci saranno alcune cose da provare, ma principalmente io sarò là per guidare e ritrovare fiducia. L’idea è di andare forte, ma prima è necessario sentirsi a proprio agio sulla moto e vedere come lavora insieme il nuovo team.”

    Ma cosa pensa Spies della Yamaha M1 ufficiale e del suo nuovo compagno, il campione del mondo Jorge Lorenzo? “La scorsa stagione era evidente che avevamo bisogno di più velocità sui rettilinei, ma il pacchetto complessivo che compone la M1 è fantastico. È una moto dotata di grande equilibrio, anche se ci sarà da lavorare sul motore,” ha dichiarato Texas Terror, “Ho un compagno di squadra da cui posso imparare. Jorge è molto veloce e ha grande talento. Ho fiducia nel mio modo di correre e mi piace come faccio le cose, ma non ho paura di dire che devo imparare ad andare più veloce e Jorge è veramente veloce.”

    MOTOGP 2011 – Infine, i buoni propositi per il 2011: “Per me è molto semplice. Ogni anno, voglio fare meglio di quello prima. Nel 2010 ho trovato un secondo, un terzo, un quarto e un quinto posto, ho ottenuto una pole position e ho condotto una gara per alcuni giri. Non ho fatto nulla di pazzo, ma sono sempre stato molto consistente, non vincendo nessuna gara,” ha dichiarato Spies, “Quest’anno devo lottare regolarmente con i migliori e vincere una gara. Questo è l’obiettivo. E visto che ho chiuso in sesta posizione generale lo scorso anno, nel 2011 punterò la top 5!”