MotoGP: Yamaha festeggia il titolo costruttori

La Yamaha ha conquistato con una gara d'anticipo il titolo costruttori della MotoGP: la doppietta dell'Estoril essa a segno da Jorge Lorenzo e Valentino Rossi ha confermato le tre corone per la scuderia giapponese

da , il

    Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

    La Yamaha ha conquistato con una gara d’anticipo il titolo costruttori della MotoGP: la doppietta dell’Estoril essa a segno da Jorge Lorenzo e Valentino Rossi ha confermato le tre corone per la scuderia giapponese, già vincitrice di tutti i titoli la passata stagione.

    Novità intanto anche nel management. Finisce l’era Rossi, finisce anche l’epoca Davide Brivio: la Yamaha saluta lo storico team manager, che lascia la casa dei tre diapason dopo ben 19 anni di collaborazione, e dà il benvenuto al suo successore, Massimo Meregalli.

    Il Gran Premio della Comunità Valenciana 2010 sarà ricordato come l’ultima gara di Valentino Rossi in Yamaha, ma la casa giapponese saluterà a Valencia anche Davide Brivio, che dal 7 novembre lascerà l’organizzazione MotoGP di Yamaha.

    Brivio ha lavorato in vari ruoli, occupando la posizione di Team Manager del Factory Yamaha World Superbike, quindi è stato Team Director e Team Manager di Valentino Rossi nel Team Factory Yamaha MotoGP.

    A partire dall’otto novembre con i test di Valencia Massimo “Maio” Meregalli sarà il nuovo Team Director del Yamaha Factory MotoGP Team e sarà affiancato dal Team Manager Wilco Zeelenberg.

    E in Portogallo la Yamaha lo scorso fine settimana ha festeggiato la conquista del titolo costruttori, completando così per il terzo anno consecutivo il “Triple Crown”, cioè la vittoria di tutti e tre i titoli della MotoGP (piloti, marche, team).

    Per la Yamaha si tratta del tredicesimo titolo costruttori nella classe regina (la casa di Iwata ha trionfato nel 1974, 1975, 1986, 1987, 1988, 1990, 1991, 1993, 2000, 2005, 2008, 2009 e 2010) e il tredicesimo in assoluto nel Motomondiale.