MotoGP Yamaha, Lorenzo: “Un grazie speciale a tutti”

Lorenzo ha chiuso il suo anno indimenticabile dominando la MotoGP e avendo conquistato il titolo con diverese gara di anticipo

da , il

    Lorenzo nella sua valencia

    Ap/LaPresse

    Il nuovo campione del mondo della MotoGP, Jorge Lorenzo ha chiuso alla grande il suo 2010 andando a vincere l’ultimo Gran Premio disputato sul circuito internazionale di Valencia. Il pilota maiorchino della Yamaha numero 99, dopo una sportellata iniziale con l’impetuoso Marco Simoncelli, ha recuperato posizioni su posizioni e a qualche giro dalla fine ha sorpassato Valentino Rossi e Casey Stoner, andando a cogliere la nona vittoria di fronte al pubblico di casa.

    Il centauro maiorchino della M1 ufficiale ha chiuso al meglio un anno indimenticabile. Oltre ad aver dominato la MotoGP, avendo conquistato il titolo con diverese gara di anticipo rispetto alla fine delle competizioni, ha vinto anche l’ultima gara in un 2010 da incorniciare.

    Inoltre, dopo aver dominato quasi tutte le sessioni di prove, con l’ultima vittoria ottenuta nella sua Valencia ha battuto il recerod di punti ottenuti in un campionato.

    Per il Porfuera è stata davvero una bella giornata, così come si denota dalle sue stesse parole: “arrivando a Valencia, ero assolutamente deciso a vincere ancora una volta, in questa fantastica stagione, di fronte al pubblico di casa. Nelle libere sono risultato sempre veloce, ma sembrava che Casey lo fosse ancora più. Oggi sono partito bene ma, alla seconda curva, mentre mi accingevo a superare Stoner, sono stato passato da tre o quattro piloti. Poi, ho avuto un confronto duro con Simoncelli, e quasi sono caduto! Mi sono mantenuto calmo e concentrato; giro dopo giro, ho recuperato. Alla fine, la battaglia con Casey è stata splendida. Vincere di fronte al pubblico di casa ha rappresentato uno dei momenti più felici della mia vita. Siamo orgogliosi di aver conquistato il record di punti con 383″.

    Prima di congedarsi dai microfoni c’è anche lo spazio per un saluto a Valentino Rossi, futuro pilota della Ducati Desmosedici: “sono stato considerato un tempo come un pilota un pò folle, che cadeva spesso. Dimostrare invece una continuità come quella di oggi mi rende orgoglioso. Ringrazio la Yamaha e tutti coloro che hanno contribuito a questa fantastica stagione. Questa sera ci sarà modo di celebrare, prima di iniziare il lavoro in vista del 2011, il prossimo martedì. E, da ultimo, saluto Valentino Rossi, e gli auguro in bocca al lupo: non vedo l’ora di incontrarlo nuovamente in pista, l’anno prossimo”.