MotoGP Yamaha, Spies: “Felice di essere rookie of the year”

Ben Spies è soddisfatto dell'ultima prestazione a Philip Island, ma soprattutto per aver conquistato il titolo di miglior esordiente dell'anno nell'attuale MotoGP

da , il

    Spies

    Ap/LaPresse

    Il pilota della Yamaha satellite, Ben Spies chiudendo il Gran Premio di Australia in quinta posizione ha conquistato matematicamente il titolo di Rookie Of The Year della MotoGP 2010. Il pilota del Team Tech3 ha disputato un’ottima gara, anche se ha commesso qualche errore che gli ha impedito di lottare per il podio con il connazionale, Nicky Hayden e Valentino Rossi.

    Il prossimo centauro della Yamaha ufficiale, Ben Spies è soddisfatto dell’ultima prestazione a Philip Island, ma soprattutto per aver conquistato il titolo di miglior esordiente dell’anno nell’attuale Motomondiale.

    “Alla prima curva ci siamo quasi toccati con Jorge, ha quasi toccato la mia leva del freno. Mi ha fatto andare largo e sono stato passato da due piloti. Questo non ha rovinato la mia gara ma ci ho messo un po’ a riprendere il ritmo. Sono poi tornato in terza posizione e mi sentivo bene prima di andare largo alla prima curva del settimo giro. Poi ho fatto una bella battaglia con Simoncelli, sapevo che nessuno era dietro di me, ho solo aspettato fino a pochi giri dalla fine per spingere e passarlo. Senza quell’imprevisto mi sento che avremmo lottato per il podio. Verso la fine della gara stavo girando con tempi simili a quelli dei primi”; ha dichiarato il texano della M1 clienti.

    E per quanto riguarda il traguardo appena raggiunto al suo primo anno di miltianza nella Top Class, Ben non poteva chiedere di meglio: “sono troppo felice di essere Rookie of the Year. Ho battuto un sacco di “bravi ragazzi” e questo è un risultato che mi rende orgoglioso. Ho avuto dei buoni risultati nelle ultime tre gare e ora aspetto con impazienza gli ultimi due Gran Premi”.