Motomercato: addio chance Motogp per Max Biaggi

Max Biaggi correrà la prossima stagione con la Ducati Superbike

da , il

    Max Biaggi

    Sfumata la possibilità per il pilota romano di tornare in Motogp la prossima stagione a causa del noto veto della Honda nei confronti del corsaro, per Max Biaggi si è riaperta la porta del campionato Superbike nientemeno che con la nuovissima Ducati 1098.

    Non farà parte del team ufficiale, ma correrà con il team GMB Sterilgarda di Marco Borciani. L’interesse Ducati per il pilota romano era evidente in questi ultimi giorni, ma sembrava difficile accasare Biaggi in qualche team di prestigio che poteva permettersi un ingaggio elevato.

    Sembrava tutto fatto per farlo correre con la squadra inglese GSE, ma alla fine sembra che si sia scelta la soluzione di casa nostra. Quindi la Ducati fornirà una seconda moto al team Sterilgarda, già campione italiano, per far sognare ancora i tifosi del corsaro.

    L’ipotesi Motogp era molto accattivante. Il patron Ezpeleta sarebbe stato felice di riportare Max in Motogp, se non altro per aumentare il ritorno mediatico e l’interesse degli sponsor in un campionato che non ha brillato in popolarità quest’anno. La rivalità tra Valentino Rossi e Casey Stoner non è sentita come quelle degli anni passati tra il dottore e i suoi avversari.

    Il patron della Dorna, che praticamente pensa solo al giro di soldi che può produrre la sua creatura, sta perdendo contatto con la realtà di uno sport che sta facendo diventare uno spettacolo da circo.

    Con il passaggio dai due ai quattro tempi tutti credevano nella fine della Superbike, ma il campionato delle derivate di serie ha sette vite e una gestione da parte dei fratelli Flamini molto attenta. In Motogp non si sorpassano mai? In SBK fanno a sportellate per tutta la gara. Nel Motogp le gomme fanno la differenza? In SBK c’è la monogomma per tutti e quindi le qualità dei piloti vengono messe più in evidenza.

    Spesso Valentino Rossi ha dichiarato di voler correre in un campionato dove c’è la passione del pubblico e pari opportunità di motore e gomme. Non deve andare a cercarlo tanto lontano…

    Probabilmente dovrebbe rinunciare a tanti soldi che incassa oggi nel circus Motogp che lo hanno reso dall’ultima classifica di Forbes lo sportivo italiano più pagato con oltre due milioni di euro al mese.