MotoMondiale Classe 250cc in crisi, flop di iscrizioni

Calo degli iscritti per la stagione 2009 alla classe 250cc: crisi e sconforto contagiano i team che attendono con paura il 2012?

da , il

    Ne avevamo già parlato più volte, ma adesso sembra che il futuro della classe 250cc sia segnato già da adesso.

    Se la MotoGP grida di gioia e di felicità per la stagione appena finita e per quella che verrà, la classe 250cc non può fare la stessa cosa.

    Diramare le liste di iscrizione per il Campionato 2009 della quarto di litro sembra cosa impossibile per la Irta. La motivazione? Presto detta: al momento risultato iscritte alla stagione MotoMondiale 2009 appena 5 squadre…

    La situazione è al limite: solo cinque team iscritti al MotoMondiale della prossima stagione, per un totale di 10 piloti netti, è qualcosa di preoccupante.

    Considerando che, nella stagione appena conclusa c’era una media di 24 piloti che scendevano in pista ogni domenica, il campanello d’ allarme è già suonato.

    Aria di crisi? Decisamente si, stando a questi risultati.

    Tra le iscritte figurano l’ Aprilia (con Alvaro Bautista e Hector Barbera), il Campione de Mondo 250cc in carica Marco Simoncelli, e poi Thomas Luthi, Gabor Talmacsi e infine Lukas Pesek.

    Ma la criticità della mancanza di iscritti è solo la cartina al tornasole dei problemi intrinseci alla quarto di litro: la metamorfosi da 250cc a 600cc (da 2 tempi a 4 tempi) è difficile da mandar giù soprattutto da quando la data di “conversione” alla nuova 600cc è stata anticipata al 2012 anzichè al 2014.

    E, per non infierire sulla Croce Rossa, non tocchiamo il tasto degli investimenti.

    A cercare di gettare luce su questa poco rosea situazione ha provato il segretario generale della Irta, Mike Trimby, che ha dichiarato: “Stiamo cercando di creare le situazioni piu` favorevoli al recupero della cilindrata e di mettere le basi per il futuro” .

    Basterà?