Motomondiale: tornano Giacomo Agostini e la Cagiva?

Un ritorno meglio del miglior kolossal cinematografico

da , il

    Un ritorno meglio del miglior kolossal cinematografico. Giacomo “Ago” Agostini, il pilota più vincente del motociclismo sportivo (15 titoli iridati vinti tra il 1966 e il 1975 in classe 350 e 500) potrebbe rientrare nel circus delle due ruote con il ruolo di team manager… Della Cagiva!

    La casa costruttrice varesina vanta un glorioso passato in classe 500 ma tornerebbe per correre nella nuova Moto2 con Simone Corsi come pilota, protagonista quest’anno di una buona stagione in 125. Un progetto ambizioso, che riporterebbe in scena un pezzo di storia del Motomondiale.

    L’accoppiata Agostini-Cagiva è di sicuro un’ipotesi affascinante, ma ci sono delle perplessità sulla moto (il propulsore sarebbe il monomotore Honda 600 quattro cilindri e la Cagiva non realizzerebbe neanche il telaio…), perplessità legate ai regolamenti della Moto2 e che hanno già provocato la rinuncia di Aprilia.

    Inoltre le iscrizione alla Moto2 sono ufficialmente chiuse. Ma questo potrebbe non essere un problema: probabilmente da qui all’inizio del campionato ci saranno altre defezioni e la Dorna potrebbe aprire a nuovi team.

    Restano comunque in molti a chiedersi se un ritorno del mitico Agostini potrebbe offuscare la stella di Valentino Rossi. Onestamente crediamo di no, ma di sicuro nel circus ci sarebbe qualcuno numericamente più “pesante” del nove volte campione del mondo. Ma sarebbe solo simbolico: in realtà chi vorrà raccogliere lo scettro di Valentino dovrà batterlo sulla pista. E dovrà farlo prima che lui annunci il suo ritiro, perché una sua uscita di scena con in testa la corona iridata metterebbe in secondo piano le vittorie di chiunque altro dopo di lui.