Motori F1: dal 2017 verranno aboliti i token per gli aggiornamenti delle power unit

da , il

    Motori F1: dal 2017 verranno aboliti i token per gli aggiornamenti delle power unit

    Clamorosa indiscrezione dal mondo della Formula 1: dal 2017 verranno aboliti i token per l’evoluzione delle Power Unit. Il sistema, introdotto ad inizio del 2015 per permettere di rallentare l’esasperata ricerca dell’evoluzione e cercare di avvicinare nuove scuderie al Circus, è stato un buco nell’acqua. I top-team sono restati tali, i piccoli hanno avuto a disposizione vetture imbarazzanti e chi (Ferrari, Renault e Honda ndr.) ha provato ad avvicinarsi alla Mercedes non ha potuto usare tutto il proprio potenziale per lavorare. Da qui l’idea di abolire questa regola e ridare nuova libertà alle scuderie nell’evoluzione delle Power Unit. Per il Circus l’ennesimo dietrofront e l’ennesima introduzione risultata inutile ai fini dello spettacolo in pista.

    Il sistema dei token fu introdotto ad inizio del 2015 e da quel giorno in poi si è creata solo tanta confusione nei tifosi. Questa regola, molto complessa e di difficile interpretazione per i fans, consisteva nel regalare ai team 32 gettoni che sarebbero serviti per intervenire e sviluppare le Power Unit. Questi token potevano essere utilizzati su un numero limitato di componenti (66) che, col passare degli anni, dovrebbero essere scesi fino a cinque nel 2020. Questo sistema, come è stato detto in precedenza, sarebbe servito per limitare i top-team e far entrare in gioco nuovi costruttori nel Circus. Nei piani della Federazione, con poca evoluzione e quindi meno soldi investiti, ci sarebbero stati più team pronti ad entrare nella Formula 1. Questo sistema, al posto che ridurre i gap tra le scuderie, ha allargato a macchia d’olio i distacchi tra i team: la Mercedes, avendo a disposizione la Power Unit più performante, ha monopolizzato le ultime stagioni con Ferrari, Renault e Honda quasi con le mani legate nella rincorsa alle frecce d’argento. Emblematica la stagione 2015 della McLaren che, avendo a disposizione di una power Unit Honda acerba, avrebbe avuto bisogno di metterci mano con costanza per evolversi e avvicinarsi alla concorrenza ed invece è stata costretta a rimanere a fondo schieramento. La FIA dunque vuole abolire questo sistema per permettere alle quattro case di confrontarsi nuovamente ad armi pari e magari regalare ancora gare spettacolari.