Natale a due ruote: il navigatore satellitare serve davvero?

Natale a due ruote: il navigatore satellitare serve davvero?

da , il

    porta telepass moto

    Il Natale si avvicina ed ecco che sale la febbre del regalo!

    Rigorosamente iper-tech, anche per quest’anno, il regalo preferito sembra essere quello che coniuga passione con tecnologia.

    Buone nuove per i centauri che, dopo esser stati per lunghi anni bersagliati da trovate natalizie inutili (ricordate il portachiavi che si illuminava all’accensione della moto?!), finalmente respireranno un pò di comodità con i nuovi navigatori per la moto.

    Pratici e piccolissimi, Tom Tom , Garmin e fratelli minori si adattano perfettamente alle esigenze dei motociclisti che desiderano divertirsi e arrivare subito a destinazione, senza perdersi per strada.

    Il navigatore satellitare è ormai diventato un “must have” per tutti coloro che quotidianamente affrontano le strade d’Italia e non solo, ma anche per i viaggiatori della domenica che detestano chiedere informazioni al primo passante di turno, o che semplicemente vogliono essere al passo con i tempi.

    Tom Tom Rider II

    Dalle auto alle moto, il passo è breve. Tom Tom e Garmin sono stati tra i primi a pensare ad una soluzione satellitare portatile per le moto che sta riscuotendo sempre maggior successo.

    C’è una cosa, però, che mi chiedo: navigatore, si, certo.

    Perchè, però, investire soldi in qualcosa che ci toglie la libertà di perderci, di scoprire posti nuovi e panorami diversi, e di fare qualche risata in più con gli amici?

    A questo punto.…meglio comprare il telepass!