Nelson Piquet: confessione scandalo

Nelson Piquet: confessione scandalo

Sono state pubblicate le accuse rivolte da Nelson Piquet alla squadra Renault

da in Formula 1 2017, GP Singapore F1, In Evidenza, Nelson Piquet Jr., Renault F1
Ultimo aggiornamento:

    Nelson Piquet racconta la verità sull’incidente del GP di Singapore. E il mondo della Formula 1 si indigna. Nell’occhio del ciclone ci finiscono gli uomini di punta del team Renault, vale a dire Flavio Briatore e Pat Symond che danno risposte contraddittorie ed alimentano i sospetti. Facciamo il punto.

    NELSON PIQUET. Il pilota brasiliano, scaricato dalla Renault dopo un anno e mezzo di prestazioni deludenti, è determinato a mettere seriamente nei guai Flavio Briatore e tutto il team Renault. Anche a costo di pregiudicare definitivamente la propria carriera di pilota. “Ero in uno stato d’animo molto vulnerabile - ha dichiarato Nelsinho Piquet nel documento che ha aperto le indagini da parte della FIA e che è stato finalmente reso pubblico – stavamo trattando il rinnovo del contratto nei giorni in cui si correva. La proposta di provocare un incidente deliberatamente mi è stata fatta poco prima della gara, quando sono stato avvicinato da Briatore e Symonds. Quest’ultimo, alla presenza di Briatore, mi ha chiesto se ero disposto “a sacrificare la mia gara per la scuderia, costringendo la Safety Car ad entrare in pista”. Sempre secondo Piquet, sarebbe stato Symonds, poco prima della partenza, a comunicargli il giro esatto nonché a mostrargli su una mappa del circuito il punto in cui avrebbe dovuto sbattere per essere certo dell’ingresso della macchina di sicurezza. Alonso, beneficiario del gesto, si dichiara all’oscuro di tutto e infrange il silenzio stampa imposto dalla squadra solo per tirarsi fuori da ogni polemica:“Non riesco ad immaginare questa situazione.

    Sono sorpreso e non voglio perdere altro tempo su questo argomento. Penso alla prossima gara”.

    RENAULT F1. Detto del silenzio stampa, Briatore e Symonds si sono lasciati scappare qualche frase. Secondo l’italiano, ben consapevole che Piquet non ha nulla in mano per portare avanti le proprie accuse, il fatto non sussiste. Non solo:“Dalle registrazioni radio dell’incidente, si può sentire quanto me la sono presa con lui!”. Purtroppo per Flavio, il più ingenuo responsabile degli ingegneri, parlando con i giornalisti, si è lasciato andare ad una mezza ammissione di colpa:“C’è stata una conversazione nella quale si è parlato anche di un possibile incidente che avrebbe fatto entrare in pista la safety car: l’idea è stata del brasiliano”. Ad alimentare i sospetti della FIA, ci sarebbe la strana riconferma del pilota brasiliano anche nel 2009 quando era evidente che le sue prestazioni non sarebbero state all’altezza delle aspettative. Il 21 settembre, la Federazione si pronuncerà in merito.

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017GP Singapore F1In EvidenzaNelson Piquet Jr.Renault F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI