Nelson Piquet: duro attacco a Flavio Briatore

Nelson Piquet dichiara di essere stato scaricato dalla Renault ed attacca duramente Flavio Briatore accusandolo di essere stato più volte scorretto con lui

da , il

    Nelson Piquet è stato scaricato dalla Renault. A renderlo noto è lo stesso pilota brasiliano che ci va giù pesante nei confronti di Flavio Briatore e già lascia intendere che, pur di restare in Formula 1, darà il suo appoggio economico a Peter Sauber nell’acquisizione della BMW.

    NELSON PIQUET JR. Niente più Nelson Piquet in Renault:“La squadra mi ha notificato la decisione”, ha ammesso il brasiliano che si è affrettato a ringraziare soltanto “il ristretto gruppo che mi ha sostenuto e con cui ho lavorato”. Per tutti gli altri membri del team, arrivano solo critiche:“Avverto una sensazione di sollievo alla fine del periodo più difficile della mia carriera. Adesso posso voltare pagina e provare a tornare sui binari giusti, per recuperare la reputazione di pilota veloce e vincente”. L’attacco più duro, comunque, è per Flavio Briatore:“Si suppone che un manager ti incoraggi, ti supporti e ti dia delle possibilità. Nel mio caso è stato l’opposto: Flavio Briatore è stato il mio esecutore” ha ammesso Piquet Jr. spiegando che dopo le prime gare in F1, vedeva già la sua posizione messa in secondo piano:“In numerose occasioni Briatore, un quarto d’ora prima delle gare e delle qualifiche, mi minacciava dicendomi che se non avessi ottenuto un buon risultato era pronto un pilota da mettere al mio posto”.

    FLAVIO BRIATORE. A disturbare soprattutto Piquet è stato il trattamento speciale destinato dal piemontese al compagno Alonso. “Mi fece firmare un contratto a rendimento in cui mi si chiedeva di realizzare almeno il 40% dei punti di Fernando Alonso una volta giunti a metà della stagione. Io ero sicuro di potercela fare, ma sfortunatamente le promesse – spiega il brasiliano ricordando che Briatore gli aveva garantito un 2009 da pari trattamento anziché da seconda fascia come era stato per l’anno precedente - non divennero realtà. Con la nuova macchina completai 2002 chilometri di test contro i 3893 di Fernando, e provai solamente tre giorni su asciutto, mentre Fernando girò solamente in un’occasione su bagnato”. Insomma, l’interesse della squadra è tutto per il cavallo di razza Fernando Alonso. La sfida è ai limiti dell’impossibile persino ad armi pari. Figuriamoci così. In attesa di conoscere l’altra campana, non sia mai Briatore senta il bisogno di fare alcune precisazioni, siamo curiosi di vedere come se la caverà adesso nel confronto con lo spagnolo Romain Grosjean che, salvo colpi di scena, sarà il nuovo pilota da qui a fine stagione.

    SAUBER F1. Secondo il quotidiano brasiliano Estado de Sao Paulo, Nelson Piquet senior sarebbe vicinissimo ad entrare come socio nel team Sauber che sorgerà dalle ceneri di quello BMW. Mancano solo i dettagli: la squadra si chiamerà nuovamente Sauber F1, sarà nuovamente spinta dai motori Ferrari ed avrà come main sponsor l’azienda petrolifera malese Petronas. Uno dei due sedili sarà occupato da un Nelsinho quanto mai combattivo e deciso a ricostruirsi una reputazione. Glielo auguriamo. Perché ad oggi passerà alla storia come uno dei più grossi flop di questo sport.