Nelson Piquet, il nome dalla lingua lunga

Nelson Piquet, il nome dalla lingua lunga

da , il

    Piquet, un cognome dalla lingua lunga

    In attesa di scoprirlo in pista, abbiamo imparato a conoscere Nelsinho Piquet soprattutto per le sue dichiarazioni. Fuori luogo, fuori tempo, impertinenti e senza un minimo di modestia. Altro che il tanto discusso Lewis Hamilton

    Stavolta, comunque, il Nelsinho c’entra fino ad un certo punto. Sarà che il gran giorno della sua ufficializzazione è sempre più vicino e forse un qualche timore gli sta venendo, fatto sta che a parlare è il padre.

    Nelsone, proprio lui, non ha certo bisogno di presentazioni.

    Non ci si stupisce, allora, che – pensando all’arrivo di Alonso alla Renault – immagini il figliol prodìgio in grado di imitare in tutto e per tutto il debutto di Lewis Hamilton:“Nelsinho deve comportarsi come se qualsiasi avversario possa essere superato. Se dovesse affiancare Fernando alla Renault, riuscendo a batterlo nella prima sessione di qualifiche, sarebbe senz’altro un buon inizio ed una maniera efficace per demoralizzarlo”.

    Con tutto l’obiettvità di cui dispongo, credo che sarà molto, ma molto, difficile che Nelsinho Piquet riesca ad impensierire Fernando Alonso, soprattutto all’inizio. Per il momento questo pilota ha dimostrato di sapere andar forte sì, ma non più di altri suoi colleghi. I grossi nomi che lo hanno sospinto, dal padre a Flavio Briatore, hanno fatto il resto.

    In ogni caso, lieto di essere smentito.