Nelson Piquet Jr. umilissimo:’La F1 è una cosa difficile, sono qui per imparare e migliorare’

Nelson Piquet Jr

da , il

    Nelson Piquet Jr. sempre più umile:'Voglio imparare e aiutare il team, la F1 è una cosa diffcile'

    Nelsinho Piquet conintua con il suo nuovo atteggiamento da bravo ragazzo. Messe da parte le dichiarazioni pepate che non lo hanno certo fatto amare dagli appassionati, da quando è entrato in F1 ha assunto il ruolo del bravo gregario, del pilota umile e giovane.

    Anche durante la presentazione della Renault R28 fa lo stesso:“C’è ancora molto lavoro da fare da qui alla prima gara e al momento voglio pensare solo ai test. Devo migliorare sotto molti punti di vista come, ad esempio, nella preparazione fisica”. “Spero di fare bene quest’anno e mettermi al servizio della squadra – prosegue Nelsinho – Devo ancora imparare molto e so che in Formula 1 ci sono molte difficoltà da affrontare”.

    Che ne è del pilota sbruffone? Possibile che questo nuovo stile alla “mai al di fuori delle righe” gli sia stato imposto da Flavio Briatore? Il managing director della scuderia francese non ha nascosto di tenere molto a ciò che i suoi piloti dicono e fanno. In particolare ha messo in guardia Nelsinho dal non replicare assolutamente l’atteggiamento di Hamilton in McLaren perché, in Renault, le gerarchie ci sono, sono dichiarate e vanno rispettate.

    Nel dibattto si è inserito anche Niki Lauda. Il campione austriaco che non più di un mese fa aveva indicato in Piquettino il probabile debuttante dell’anno, ha voluto precisare che il brasiliano, a suo parere, non vale quanto Alonso e, pertanto, anche volendo non riuscirà mai ad impensierirlo ed a creargli i problemi avuti con Hamilton.

    Piquet, ancora, incassa e non risponde.