Neopatentati e patenti moto: le limitazioni

Uno specchietto che spiega la differenza tra le varie patenti per la moto e le restrizioni per neopatentati. Tutto ciò che c'è da sapere sulle limitazioni e le diverse patenti.

da , il

    Conseguire la patente che abilita alla guida di motocicli è da sempre un’operazione che viene fatta per gradi, poichè questo è un genero di mezzo intrinsecamente più pericoloso e che necessita di una maggiore maturità alla guida. Si comincia presto, a 16 anni, ma si ha libero accesso ai modelli più potenti solo dopo aver passato i 20 anni. Vediamo assieme quali sono le limitazioni ed i vari step della patente.

    Patente A1

    Questa categoria di patente è conseguibile a partire dai 16 anni, e permette di guidare motocicli che abbiamo una cubatura massima di 125cc ed una potenza massima di 11 kW. A meno che il conducente non sia maggiorenne non è possibile trasportare un passeggero, ed in più questo genere di mezzi non può circolare su strade a pagamento. Comunque da un po’ di tempo a questa parte il Governo sta cercando di modificare la restrizione in merito alle strade a scorrimento veloce: al momento è tutto fermo, ma quando ci saranno aggiornamenti vi faremo sapere.

    Patente A2

    La patente A2 è a naturale evoluzione della A1. E’ conseguibile superata la soglia dei 18 anni e prevede il superamento di un nuovo esame pratico, svolto con un mezzo più potente. La A2 abilita alla conduzione di motoveicoli con potenza massima di 35 kW (di qualsiasi cilindrata), e che non derivino da modelli che in origine sviluppano più del doppio della potenza massima consentita. Quest’ultima appendice riguarda le moto depotenziate: alcune case permettono di depotenziare alcuni dei modelli presenti a listino che altrimenti non potrebbero essere guidati con la A2, facendoli rientrare nel tetto di potenza massima di 35 kW.

    Patente A3

    L’ultimo step “evolutivo” della patente A è quello comunemente conosciuto come A3, o direttamente come A. Prima era possibile conseguirla direttamente a 21 anni oppure si usufruiva di un “bonus” dopo due anni di patente A2: in questo caso lo scatto da A2 ad A3 era automatico e senza dover fare alcun esame. Adesso non è più così. Attualmente la patente A3 è possibile conseguirla direttamente a 24 anni oppure sempre dopo due anni di patente A2, ma dovendo superare un esame pratico. Questa non ha limiti: è possibile guidare qualsiasi moto di qualsiasi potenza.

    Neopatentati

    I neopatentati sono coloro che hanno conseguito la categoria di patente più alta da meno di 3 anni. Questi hanno delle limitazioni in fatto di velocità massima raggiungibile, pari a 100 km/h su autostrade e 90 km/h su strade extraurbane principali.