News F1: Bourdais confermato in Toro Rosso

Notizie Formula 1

da , il

    Notizie Formula 1. La Toro Rosso ha annunciato che Sebastian Bourdais sarà pilota titolare anche nel 2009. Il manager di Takuma Sato commenta con amarezza l’esclusione del giapponese. Mosley ed Ecclestone sono ancora ottimisti per una soluzione positiva al caso Honda

    BOURDAIS. Dopo un inverno difficile, passato sempre sulla lama del rasoio, Sebastien Bourdais è riuscito ad ottenere la conferma come pilota Toro Rosso. Ad annunciarlo è la stessa scuderia faentina che ha ufficialmente inserito il francese al fianco di Sebastien Buemi. “Vorrei ringraziare la Red Bull e Dietrich Mateschitz per questa opportunita’ di continuare con un team che ha fatto tanti progressi l’anno scorso - ha dichiarato il 4 volte campione della Champ Car che si appresta a disputare il suo secondo anno in F1 – Ora posso concentrarmi nel preparare la prossima stagione, che si promette molto interessante per via di tutti i cambiamenti ai regolamenti e non vedo l’ora di stabilire un buon rapporto con il mio compagno di squadra, Sebastien Buemi, per assicurarci di fare il miglior lavoro possibile per il team e per la Red Bull”.

    SATO. Lo sconfitto di giornata è Takuma Sato. Il giapponese aveva provato la Toro Rosso quest’inverno ed era stato in ballottaggio fino all’ultimo con Bourdais. “Sono estremamente deluso che la Toro Rosso non abbia scelto Takuma” ha dichiarato il manager di Sato Gilbert Scott che ha individuato nella mancanza di sponsor il motivo del mancato ingaggio:“E’ stato velocissimo nei test ma purtroppo non è stato in grado di garantire un sufficiente ritorno economico che per il team era fondamentale. Adesso guarderemo avanti per altre opportunità”

    HONDA. Continuano a saltare gli ultimatum in casa Honda entro i quali vendere la scuderia ma non muta l’ottimismo. Colui che tutto sa, al secolo Bernie Ecclestone, rivela che ci sono molte chances di vedere la situazione evolversi positivamente entro breve. Ed anche Mosley lo conferma:“Non ho informazioni dirette provenienti dall’interno del team, ma guardando a come si stanno sviluppando le cose, la mia sensibilita’ mi suggerisce che si vada verso una soluzione positiva”. Adesso viene da chiedersi solo cosa si inventeranno quando ad una settimana dal via del mondiale la situazione sarà la medesima di oggi, di un mese fa e del dicembre 2008.