Niccolò Canepa e i dubbi sul futuro

da , il

    Per Niccolò Canepa, Donington doveva essere la gara decisiva per la sua incerta riconferma in Motogp per la stagione 2010. Infatti, i risultati di quest’anno, con la Ducati del team satellite, sono stati disastrosi e i dirigenti della Desmosedici non hanno più pazienza nei confronti del talento italiano.

    Canepa, però, è riuscito a sfruttare al meglio le doti della sua Desmo e dopo una partenza non eccezionale ha cominciato una rimonta entusiasmante.

    Il centauro italiano ha concluso la corsa di Donington Park all’ottavo posto, praticamente il suo miglior risultato fino ad ora nella classe MotoGP, insieme al nono posto conquistato nella gara casalinga del Mugello.

    Marco Rigamonti, ingegnere di pista di Canepa sottolinea, con cauto ottimismo, la seconda top ten conquistata dal giovane corridore nostrano:”ancora una volta con condizioni di pista davvero confusionali. Abbiamo scelto di partire con gomme da asciutto e Niccolò ha preferito non rientrare per il cambio moto quando ha iniziato a piovere e alla fine entrambe le scelte si sono rilevate le migliori. Niccolò si trova bene con questo tipo di condizioni di pista. All’inizio, con pista asciutta, ci ha messo qualche giro per riscaldare gli pneumatici, ma una volta trovato il feeling giusto ha fatto una buona rimonta. Siamo davvero felici per lui. Se lo merita perché sta dando sempre il massimo senza mai arrendersi.”

    Mentre il nostro buon Canepa, con questo discreto risultato, ottenuto in terra inglese, sembra aver trovato la tranquillità giusta per poter affrntare il resto della stagione: “Oggi è andata finalmente bene. È stata una gara davvero particolare perché la pista è rimasta umida dal primo all’ultimo giro. A un certo punto della gara era davvero complicato rimanere in piedi. Sull’asciutto gli altri piloti che corrono in questo campionato da più anni usano la loro esperienza, invece con queste condizioni forse ci vuole un po’ di pazzia e sensibilità con la moto. Anche sull’asciutto sto comunque migliorando gara dopo gara diminuendo il mio distacco dai migliori. Questo risultato ci fa andare in vacanza un po’ più sereni e pronti a ripartire a Brno con ancora più voglia di far bene.”

    Nonostante i risultati comincino ad arrivare, per la sua riconferma in sella alla Ducati, Niccolò Canepa dovrà centrare un risultato utile anche in condizioni meteo e di pista normali…magari il 16 Agosto a Brno.