Nicky Hayden e il motore a valvole pneumatiche

Nicky Hayden non sarà il collaudatore del nuovo motore a valvole pneumatiche della Honda

da , il

    Hayden Le Mans

    E’ da tanto che se ne parla, ma ora è arrivato il momento del debutto del nuovo motore per la Honda HRC a valvole pneumatiche che dovrebbe colmare il gap in velocità massima che subisce la moto di Tokyo nei confronti della Yamaha e della Ducati. Dovrebbe essere tutto semplice: debutto al Mugello con i piloti ufficiali. Invece no!

    In casa Honda non si smentiscono mai: le novità devono essere testate all’infinito prima di essere utilizzate dai top riders. Quindi i piloti HRC al Mugello con la vecchia moto e il motore nuovo in dotazione ad una wild card, il giapponese Tadayuki Okada. Se l’affidabilità sarà confermata il nuovo V4 sarà a disposizione dalla gara spagnola di Barcellona.

    Una moto più prestazionale farebbe comodo ai due portacolori HRC, ma soprattutto a Nicky Hayden che non sta raggiugendo i risultati sperati in questo inizio di stagione. Il pilota americano è però fiducioso per i nuovi sviluppi in casa Honda: “penso che il motore a valvole pneumatiche possa davvero fare al caso nostro, in rettilineo paghiamo qualcosa nei confronti di Yamaha e Ducati, pertanto credo che il nuovo propulsore possa darci qualche cavallo in più. So che le prove in Giappone procedono bene e a breve debutterà in gara (con Okada al Mugello, ndr), ma tuttavia la Honda fa bene ad aspettare. Sarebbe un azzardo correre con qualche timore relativo all’affidabilità: solo quando saranno dissipati questi dubbi il nuovo motore sarà pronto. Aspetto e rispetto le scelte HRC, nel frattempo io cercherò con la mia squadra di trovar rimedio a questa difficile situazione“.

    Dichiarazione molto diplomatica e politically correct, forse troppo. Non si può credere che nel pilota americano non ci sia la voglia di tornare tra i migliori e che sia d’accordo con una scelta Honda fin troppo prudente. Non sta lottando per il mondiale quindi è l’uomo giusto per testare degli aggiornamenti. O forse in HRC non si fidano troppo di Hayden come collaudatore… In fondo anche il suo compagno di squadra Daniel Pedrosa, durante i test invernali, aveva dichiarato che Nicky non era in grado di sviluppare la RC212V.