Nicky Hayden felice di restare in Ducati

Nicky Hayden si concede un'intervista sulle pagine di Desmoblog, con la quale ringrazia il team Ducati per essergli stato vicino nel momento in cui il compagno Casey Stoner ha alzato bandiera bianca

da , il

    Dopo la caduta rimediata sul circuito di Misano, Nicky Hayden, parla della sua stagione d’esordio con la Desmosedici ufficiale, attraverso il blog della Ducati. L’americano con le sue stesse parole si dice innamorato della squadra e dei tifosi della Rossa.

    Nicky Hayden si appresta a terminare una stagione che non è cominciata con risultati entusiasmanti, ma negli ultimi step della motogp ha saputo trovare la giusta miscela tra la sua concentrazione e l’assetto del mostro indomabile Desmo16. Con il podio conquistato ad Indianapolis ha raggiunto il miglior risultato stagionale e si è conquistato la fiducia del team che lo ha riconfermato in sella alla Ducati.

    A proposito di questo tema, ecco le parole del centauro statunitense: “anche se la maggior parte delle persone probabilmente pensa che per me il momento più bello della stagione sia stato il podio di Indy, davanti alla mia gente, dopo una gara molto dura, io invece vi dico che è stato quando Livio Suppo, che mi è sempre stato vicino in questo percorso, così come Filippo Preziosi, Vitto e l’intera squadra, le persone più affidabili che uno possa desiderare di avere nel proprio angolo, mi ha chiamato per dirmi che Ducati mi voleva per un’altra stagione”.

    Con il suo passaggio alla Ducati, Kentucky Kid ha scommesso sulle possibilità di rendere maneggevole la moto di Borgo Panigale e quando è stato chiamato a portare la croce al posto del convalescente Casey Stoner, i suoi risultati in pista gli hanno dato ragione proprio nel momento più delicato della stagione: “mi ero sempre domandato come sarebbe stato essere un pilota Ducati e adesso l’ho capito. È vero, non è stato un passaggio facile e risultati non sono stati spettacolari, ma questo mi ha anche permesso di vedere l’altra faccia delle persone e di poter dire, adesso, che sono state giuste, sia nei momenti buoni sia in quelli difficili”.

    Alla fine dell’intervista fiume, Hayden ha voluto ringraziare tutti i tecnici della Desmo per avergli concesso la fiducia della quale aveva bisogno e si ripromette di ripagare lo sforzo dei meccanici con delle prestazioni all’altezza del suo titolo iridato di campione del mondo 2006: “mi sento davvero di appartenere a questo gruppo e non potrei essere più felice. Quindi mi piacerebbe ringraziare tutti i fan della Ducati per il supporto che danno a me e alla mia squadra: so che il nostro potenziale è alto e non saremo completamente soddisfatti fino a quando non arriveremo in alto”.