Nico Hulkenberg tester ufficiale Williams: un altro passo verso la Formula 1

Nico Hulkenberg tester ufficiale Williams: un altro passo verso la Formula 1

da , il

    Nico Hulkenberg tester ufficiale Williams: un altro passo verso la Formula 1

    Ci siamo già occupati di Nico Hulkenberg. Quando sentiamo odore di fenomeno in erba, cerchiamo di seguire le sue tracce sin dal primo momento in cui il suo nome si affaccia all’attenzione dell’opinione pubblica.

    Fino ad ora il ventenne tedesco sembra che non abbia nessuna intenzione di deluderci e la velocità con la quale cresce ci ricorda molto da vicino quella di altri due supergiovanissimi e predestinati come Lewis Hamilton prima e Sebastian Vettel poi.

    Il nuovo Schumacher, è un’etichetta che ti cade addosso per forza se vai forte in macchina e sei tedesco. E’ la stessa cosa che capita in Argentina se giochi a pallone, sei giovane, bravino e porti il numero dieci sulle spalle.

    Di fenomeni come Schumacher in F1 o Maradona nel calcio ne nascono veramente pochi. E’ normale, però, che l’appassionato orfano cerchi continuamente e disperatamente un loro “erede” sportivo.

    A contendersi l’onore di venire dopo il Kaiser, tornando alla nosta cara F1, ci sono in lizza per il momento Sebastian Vettel e Nico Hulkenberg. Il secondo, a differenza del primo, può vantare qualche cosa in più, tale da rendere l’appellativo di nuovo Schumacher tutt’altro che velleitario.

    Oltre ad andare forte e ad essere stato già avvicinato da Flavio Briatore, il giovane Nico ha un manager dal nome noto: Willi Weber.

    Sarà per questo che Frank Williams se lo è voluto accaparrare subito? Il patron del team per cui lavorerà Hulkenberg non ha mai nascosto, infatti, che uno dei pochissimi rimpianti della sua sfavillante, unica, gloriosa, e plurivittoriosa storia è quello di essersi fatto sfuggire Michael Schumacher.

    Provate ad immaginarvelo: Schumi che con la sua perfezione guida la perfetta Williams della prima metà degli anni ’90. La stessa Williams che solo il suo talento riuscì a sconfiggere. E tutt’ora c’è qualcuno che si chiede come diavolo abbia fatto. Tra questi, Frank, of course.