Nigel Stepney: la spia non sono io!

Nigel Stepney continua a proclamarsi innocente e vittima di un complotto

da , il

    Nigel Stepney: la spia non sono io!

    Torna a parlare Nigel Stepney. E, come se non fosse già stato beccato con le mani nella marmellata, continua a difendersi dicendo di non essere lui la spia. Non solo, il tenico britannico parla di un complotto ai suoi danni e mette in guardia la Ferrari:“La spia è ancora a Maranello!”.

    “Sono stato vittima di un complotto. Qualcuno, che è ancora in Ferrari, ha portato via quelle informazioni al posto mio e poi mi ha teso una trappola. Nello scorso novembre la Ferrari mi fa capire che non punterà su di me ed a gennaio ero già fuori dalle corse. Riesco a trovare altri colleghi in gamba dentro e fuori la Ferrari per formare un nuovo gruppo di lavoro dal quale far ripartire la nostra carriera in F1… ma poi sapete tutti cosa è successo. Io, però, non c’entro niente”.

    “Anche la polemica sul fondo mobile della F2007 mi vede totalmente estraneo – ha proseguito l’ex-capo meccanico – penso che siano stati i tecnici McLaren a capirlo da soli perché quel fondo era irregolare per la maggior parte dei team e la McLaren ha aspettato la prima gara dell’anno per riprendere i dettagli delle altre monoposto. E’ una cosa normale, lo fanno tutti perché è in quel momento che i fotografi fanno migliaia di foto e poi le rivendono anche alle azienda. Anche alla Ferrari abbiamo le foto delle altre scuderie per studiarle e per catturare qualche loro segreto”.