Nuova Ferrari F1 2017, anteprima: avrà pinna sul cofano

Formula 1 2017: anteprima nuova Ferrari. Si cominciano a scoprire i primi dettagli come la presenza di pinna sul cofano, il ritorno dei deviatori di flusso all'anteriore e altre soluzioni mirate ad aumentare il carico aerodinamico

da , il

    La nuova Ferrari di F1 2017 ha superato tutti i crash test della FIA ed è pronta per l’assemblaggio finale delle componenti. Anche il muso più corto con protuberanza centrale ha ottenuto l’OK da parte dei tecnici della Federazione Internazionale dell’Automobile. Ora non resta che attendere la presentazione ufficiale prevista per il prossimo 24 febbraio che non sarà solo apparenza ma coinciderà con il primo test in pista di 100 Km sul circuito di Fiorano. Anche sul nome, intanto, cresce l’attesa visto che da Maranello hanno smentito che si chiamera SF17 JB in onore di Jules Bianchi.

    Nuova Ferrari F1 2017: avrà pinna sul cofano

    Stando a quanto riportato su “F1 analisti tecnica”, la nuova Ferrari di F1 2017 avrà alcune interessanti caratteristiche figlie del nuovo regolamento. Tra queste, a livello estetico, spiccherà il ritorno della pinna stabilizzatrice sul cofano. Scomparsa dalle vetture a causa di un regolamento che ne vietava l’utilizzo nel 2011, tornerà. La norma specifica, infatti, è stata cancellata con l’intento di ridare al cofano motore una funzione utile a pulire i flussi d’aria verso il posteriore. Sempre in tema di appendici aerodinamiche, possiamo ragionevolmente credere che si vedrà uno sviluppo importante di deflettori nella zona compresa tra le ruote anteriori e le pance dato che lì il regolamento 2017 ha tolto molti vincoli ai progettisti. In conseguenza di ciò, per sfruttare al meglio l’occasione, la Ferrari avrà un passo più lungo di 10-15 cm rispetto alla versione 2016.

    Nuova Ferrari F1 2017: muso corto

    Le novità sulla Ferrari F1 2017 riguarderanno anche il muso che sarà figlio di quello già visto in pista con la SF16-H ma, dovendo adattarsi ai nuovi regolamenti, andrà “allungato” di circa 200 mm e, conseguentemente, sarà meno inclinato così come avrà una protuberanza centrale meno evidente. L’obiettivo è quello di far confluire quanta più aria possibile nella parte inferiore della vettura. Restando nella parte anteriore della nuova Ferrari F1 2017, merita attenzione il discorso legato alla sospensione. Sarà confermato il sistema push rod già visto nel 2016 che consente facilità di intervento e regolazione pur caratterizzandosi per un maggiore ingombro. La novità è che a Maranello hanno deciso di copiare il sistema idraulico adottato con successo dalla Mercedes (e dalla Force India) che permette di gestire al meglio il rollio della monoposto così da avere un ottimale bilanciamento ed una efficiente distribuzione dell’impronta a terra degli pneumatici.