Nuova Ferrari F1 2017, Marchionne: “Nata senza supereroi”, poi censura Vettel

Formula 1 2017: nuova Ferrari nata con profilo bassissimo. Non parliamo di aerodinamica ma di aspettative. L'ufficio stampa arriva addirittura a smentire le dichiarazioni ottimistiche di Vettel

da , il

    La presentazione della nuova Ferrari di Formula 1 per la stagione 2017 scalda gli animi anche del presidente Sergio Marchionne. Il numero 1 di Maranello ha fatto il voto del silenzio ed ha chiesto a tutti i suoi uomini di non lanciarsi in proclami che, come ha insegnato l’annata 2016, possono trasformarsi in drammatici boomerang. Tuttavia, prossimo a togliere i veli sulla nuova Ferrari, non resiste alla tentazione di lodare la sua nuova organizzazione del team, caratterizzata dalla presenza di pochi nomi altisonanti e di tanta gente che sa esattamente cosa deve fare.

    Nuova Ferrari F1 nata dalla forza del gruppo

    Quello di Sergio Marchionne è un “all-in”. Sta scommettendo su un qualcosa che in Formula 1 non ha mai funzionato. Sta puntando sulla forza del gruppo anziché sull’ispirazione del singolo genio. Ha persino avuto il coraggio di licenziare quel James Allison che, nell’arco di pochi mesi, si è già accasato alla Mercedes con il ruolo proprio di direttore tecnico. Ma il numero uno della Ferrari la vede diversamente:“Ad agosto abbiamo cambiato modo di lavorare - ha spiegato alla Bild – Stiamo facendo investimenti nelle aree giuste. E’ anche vero che abbiamo perso degli ingegneri che sono andati altrove ma può succedere”. Oltre ad Allison, infatti anche lo stimato aerodinamico Dirk de Beer, ormai messo ai margini, è stato costretto ad andarsene per approdare alla Williams. Secondo l’AD di FCA, la Ferrari è ben attrezzata comunque:“Non ci servono supereroi per risolvere i nostri problemi, siamo ben messi così”.

    Vettel: il suo stile si adatta alla F1 2017

    Secondo Jacques Villeneuve ritroveremo un Sebastian Vettel in grande forma ai nastri di partenza della stagione 2017 di Formula 1:“Il suo stile si adatta alla perfezione alle nuove monoposto e lui è quello che ha fatto il maggior numero di chilometri con le nuove gomme – ha ricordato a Sport Bild – questo sarà un grande vantaggio soprattutto ad inizio stagione”. Dal canto suo , Vettel ha aggiunto su Speedweek:“Sono ancora sicuro che potrò diventare campione del mondo di Formula 1 con la Ferrari. Credo nel team e penso che sia stata presa la strada giusta. Siamo messi molto meglio di quanto la gente non dica”. Curiosamente, a stretto giro di posta la Ferrari ha pubblicato una nota all’ANSA in cui smentisce l’ottimismo del pilota e ribadisce che “le sue parole sono state estrapolate da frasi rilasciate al Die Welt a fine stagione 2016″. Il lavoro di mantenimento del “basso profilo” è oggettivamente maniacale. Ciò non può nascondere altro che un reale timore di un inizio di stagione molto difficile. A meno che non si voglia credere che Marchionne punti ad un effetto sorpresa. Fate voi.