Nuova KTM MotoGP 2017: presentata la nuova RC16

da , il

    La nuova KTM MotoGP 2017 è stata finalmente presentata. La nuova RC16, dopo un lungo anno di test, è pronta ad esordire nella top-class del motomondiale. Il team austriaco è già sceso in pista durante i test di Sepang e Phillip Island con i suoi due nuovi piloti: Pol Espargarò e Bradley Smith. Gli ex piloti della Tech3 Yamaha avranno il duro compito di sviluppare la RC16 durante la stagione e provare a battagliare per le posizioni che contano nella prossima MotoGP 2017.

    Nella sede austriaca del team sono stati tolti i veli anche dalle moto che prenderanno parte alla Moto2 e Moto3. Un impegno totale in tutte le classi che mostra i buoni propositi della casa di Mattighofen. Va ricordato infatti che negli ultimi anni la KTM è riuscita a conquistare diverse vittorie e titoli nella Moto3. L’obiettivo futuro sarà quello di riuscire a vincere anche in MotoGP contro i colossi giapponesi. Il 2017 sarà sicuramente un “anno di rodaggio” per la KTM, anche se si è capito fin da subito che non vorrà semplicemente partecipare e avere un ruolo da “ultima della classe”. La casa austriaca ha infatti l’ambizione di ridurre il gap dai competitors il prima possibile per togliersi delle soddisfazioni in pista nel prossimo futuro. Per la KTM non ci sarà solo il debutto in MotoGP, ma anche in Moto2. Nella classe di mezzo i piloti designati saranno il campione del mondo in carica della Moto3 Brad Binder e Miguel Oliveira, mentre in Moto3 la RC250GP ufficiale sarà guidata da Niccolò Antonelli, che torna in KTM dopo l’esperienza alla Honda, e Bo Bendsneyder. Durante la presentazione ha preso la parola l’Amministratore Delegato della KTM, Stefan Pierer, che ha avuto parole forti contro la Honda: “I nostri nemici più odiati sono loro – ha attaccato Pierer – non ci piace il loro stile. Cercano sempre di barare in qualsiasi categoria, compresa la Moto3. Anche alla Dakar di qualche mese fa sono stati penalizzati per un rifornimento illegale e questo loro modo di competere non ci piace affatto”. Viste queste dichiarazioni pepate di Pierer, fa sicuramente sorridere il fatto che la KTM in Moto2 sarà motorizzata proprio dalla Honda: “Per noi non sarà un problema montare i loro motori – ha concluso l’AD della KTM – è l’unico fornitore della categoria e probabilmente, dal 2019, la Federazione cambierà fornitore unico puntando sui motori Triumph”.