Nuova Lotus F1 2014, presentata la E22 nei test in Bahrain [FOTO e VIDEO]

La nuova Lotus per il mondiale di F1 2014, la E22, si mostra per la prima volta dal vivo nei test in Bahrain, con l'originale muso a due punte e una coppia di piloti che promette scintille

da , il

    Nuova Lotus F1 2014, presentazione in Bahrain

    E’ stata la grande assente nei test collettivi di Jerez de la Frontera, ma ora la Lotus si è finalmente mostrata in Bahrain. L’esordio della nuova monoposto, che quest’anno lo ricordiamo, sarà affidata al confermato Romain Grosjean e al nuovo Pastor Maldonado, è avvenuto questa mattina nella seconda settimana di test, proprio sul circuito di Sakhir (qui il LIVE della diretta). Al volante Grosjean.

    Le ultime settimane per il team inglese sono vissute sull’addio di Eric Boullier e il tentativo di stringere nuovi accordi commerciali. E’ andato in porto quello con Saxo Bank, nome fino a oggi impegnato nel ciclismo e adesso al salto in Formula 1, ma si sta anche lavorando per trovare un sostituto di Boullier: Martin Whitmarsh è tra i più accreditati a raccogliere l’eredità del francese, anche se Gerard Lopez – ad interim team principal della scuderia – ha lasciato intendere che non è l’unico papabile per quella posizione.

    Diamo uno sguardo alla nuova Lotus E22, per la prima volta in pista. La monoposto si caratterizza per il muso sdoppiato, ulteriore interpretazione del regolamento tecnico 2014. Quest’ultimo prescrive come il musetto debba avere un’unica punta ed è quel che fa la soluzione Lotus, perché la “zanna” di destra è leggermente più lunga rispetto a quella di sinistra. Entrambe fanno parte della struttura di assorbimento e svolgono la funzione aerodinamica di paratie, turning vanes che incanalano l’aria verso il fondo. Così, i vantaggi sono senz’altro superiori allo svantaggio di avere una sezione complessivamente superiore rispetto al tradizionale disegno di un’unica “proboscide” al centro.

    La parte centrale sfoggia i piloncini verticali ai lati delle pance, evoluzione di quelli 2013 e raccordati da un elemento orizzontale con il cockpit. Al retrotreno, inusuale la scelta di ancorare l’ala con un unico supporto, posizionato accanto allo scarico; si intravedono, inoltre, due ampi sfoghi d’aria proveniente dalle pance, in stile McLaren. Sul diffusore, infine, un secondo nolder è posto sul bordo superiore, resta da capire se sia collegato alle paratie dell’alettone o meno.

    Come dicevamo la nuova E22 sarà nelle mani del francese Grosjean e del venezuelano Maldonado, ma nonostante quest’ultimo abbia portato il “proprio” sponsor, ovvero la PDVSA, il budget per questa stagione è piuttosto risicato e certamente inferiore all’anno scorso. Obiettivi quindi ridimensionati per il team di Enstone che verosimilmente punterà a chiudere la stagione tra i primi 5 nella classifica costruttori. Sarà difficile garantire un adeguato sviluppo della monoposto nella seconda parte del Mondiale e per questo si vorrebbe quanto meno partire di slancio. E in tal senso aver saltato la quattro giorni di test a Jerez, di certo non aiuterà.