Nuova Red Bull F1 2017: scheda tecnica della nuova RB13

Nuova Red Bull F1 2017: scheda tecnica della nuova RB13

    E’ certamente una delle più attese la nuova Red Bull F1 2017, che sarà denominata RB13. Lo scorso anno la vettura motorizzata Renault, ma marchiata Tag-Heuer, si è rivelata la seconda forza del campionato, recuperando il divario che ad inizio anno aveva nei confronti della Ferrari. La coppia di piloti Daniel Ricciardo e Max Verstappen è stata confermata anche per questa stagione e si conferma come una delle più competitive dell’intero Circus. Il lavoro di Newey e compagni non è stato sotto le aspettative, perché chi voleva una vettura innovativa e con soluzioni diverse dalla concorrenza non sarà rimasto deluso, a partire dal musetto che ha colpito tutti quanti.

    Red Bull RB13

    E’ proprio il musetto ad aver colpito l’attenzione di tutti quanti, perché sulla protuberanza è comparsa una bocchetta d’apertura di colore nero. La sua utilità è quella di raffreddare le parti interne alla scocca e per rendere la vettura maggiormente aerodinamica. Ricorda la soluzione adottata nel 2014 proprio dal team austriaco. I piloni che sostengono l’ala anteriore invece sono identici a quelli della 2016, mentre compare una pinna orizzontale sulla paratia dell’endplate allungata. Nelle ruote anteriori compaiono dei mozzi forati al centro, mentre i badgeboard sono di dimensioni normali e non maggiorate come abbiamo visto nelle ultime tendenze fatte dalla concorrenza. Le fiancate sono molto strette e si incavano nella sezione posteriore, lo stesso discorso vale per i sidepod. Suscita attenzione anche la pinna dorsale del cofano motore che risulta semplice e lineare nella sua forma. L’ala posteriore è cresciuta nelle dimensioni come da regolamento, ma sicuramente si fa notare per il soffiaggio superiore delle feritoie orizzontali.

    Grazie ad una power unit Renault/Tag Heuer accresciuta in potenza, la speranza dei vertici del Team Austriaco è quella di tornare a primeggiare e di lottare alla pari con la Mercedes, mantenendo un certo vantaggio sulla Ferrari e le altre inseguitrici. Per farlo ci sono tutti gli ingredienti a cominciare da Ricciardo, pilota ormai maturo e pronto per la nuova stagione, passando per Verstappen giovane ed esuberante con un talento sconfinato. Si prospetta una stagione interessante per le “lattine”.

    433

    PIÙ POPOLARI