Tutti contro tutti: le nuove qualifiche

da , il

    Nel 2006 qualifiche con tutti in pista

    Un tutti contro tutti ispirato ai vecchi tempi ma con un ritmo decisamente più rapido. L’obiettivo di rendere più spettacolari le qualifiche è stato perseguito sperimentando vari format negli ultimi anni e nel 2006 si avrà un piccolo ritorno al passato ma con molte novità. Vediamo quali.

    E’ prevista una sola sessione da un’ora per le prove libere dell sabato. Successivamente i team dovranno dichiarare quali gomme useranno per qualifiche e gara.

    Le qualifiche saranno suddivise in 3 momenti rispettivamente da 15 minuti i primi due e 20 minuti il terzo.

    Le prime due fasi da un quarto d’ora vedranno tutte le auto correre in pista con i serbatoi scarichi. Dopo una graduale eliminazione, al termine delle due sessioni resteranno in pista solo le migliori 10 vetture.

    A questo punto le macchine ancora in corsa per le pole position dovranno imbarcare la benzina anche per la prima parte della gara (mentre quelle eliminate potranno farlo a loro piacimento prima dell’inizio del Gran Premio).

    Come per le fasi precedenti, anche per gli ultimi e decisivi 20 minuti il numero di giri a disposizione resta libero e si azzerano nuovamente i tempi fatti nelle sessioni precedenti. Sarà il più veloce di quest’ultima fase a partire al palo.

    Alla conclusione delle qualifiche e prima della gara verrà reinserita nelle macchine la quantità di benzina che i team hanno consumato nella lotta alla pole position. In questa operazione saranno impegnati i supervisori della FIA che dovranno controllare la massima regolarità nel ripristino del corretto quantitativo di carburante nei serbatoi.