Pedrosa: “Ecco perchè ho vinto”

pedrosa shangai

da , il

    Freddo e calcolatore.

    Si può essere a soli 20 anni così determinati e smaliziati da vincere senza nessun timore un gran premio in maniera così decisa e perentoria? E senza lasciar nessuna chance agli altri piloti, tra cui figurano Gibernau per esempio, o Rossi , o Capirossi o molti altri….?

    Pedrosa insegna che sì, è possibile.

    E’ possibile, per esempio, inanellare pole, best lap e podio, tutto in poco più di 24 ore.

    Ecco come si fa, secondo Dani: “Ero semplicemente concentrato sul mio lavoro. Una giornata meravigliosa domenica a Shanghai, per la prima volta ho vinto, facendo anche la pole position. In gara cercavo solo di fare il miglior tempo a ogni passaggio, per incrementare il mio vantaggio sugli inseguitori” .

    La paura di perdere la sua prima gara in motoGP ha spinto il giovane spagnolo ad aprire sempre di più: “ E’ grazie ad Hayden se ho vinto. Sentivo che era vicino, non volevo perdere, ho cercato di incrementare il mio margine su di lui ad opgni giro per staccarlo“.

    E a chi gli chede della sua ipotetica scarsa resistenza fisica, Dani risponde: “La mia tenuta fisica deve migliorare ancora. Adesso? Andiamo a Le Mans…