Phillip Island: doppietta Ducati davanti a Valentino Rossi

Casey Stoner conquista il gran premio di Phillip Island

da , il

    Casey Stoner Australia

    C’è poco da fare per tutti gli altri partecipanti al campionato Motogp. IL neocampione del

    mondo Casey Stoner e la sua fantastica rossa di Borgo Panigale non hanno dato scampo a nessuno, segnando a Phillip Island il primo tempo di questo Gran Premio. Seconda, con una grande rimonta, l’altra Ducati di Loris Capirossi.

    Già dalla partenza Stoner era passato davanti e con un ritmo indiavolato ha fatto subito il vuoto stritolando tuti quelli che hanno provato a stargli a ruota. I tempi di poco sotto al 1.31 che l’australiano ha tenuto con costanza disarmante hanno fatto il vuoto dietro di lui permettendogli di arrivare al traguardo solitario con un grande vantaggio.

    La gara degli altri: Valentino ci ha provato, ma il ritmo imposto da Stoner è stato troppo anche per lui, che in questa pista guida veramente bene. Marco Melandri sembrava spaccare il mondo ma la sua guida troppo aggressiva della prima metà di gara non gli hanno permesso di finire la gara con dei tempi decenti. Sul finale lo hanno passato tutti. Mentre la Honda di Hayden a metà gara si è fermata nei campi australiani causa rottura meccanica, quella di Pedrosa lottava nelle prime posizioni anche se alla fine si è piazzata quarta dietro alle Ducati e a Valentino Rossi.

    Per Capirossi un elogio speciale. Tutti lo danno per finito, ma anche oggi ha dimostrato che sa guidare e gestire una gara come pochi altri. La sua sfortuna è un compagno di squadra che è un martello incredibile: oggi ha abbassato la visiera ed è andato come un missile dal primo all’ultimo giro.

    Questo l’ordine d’arrivo ufficiale del GP di Phillip Island:

    1. Casey Stoner Ducati Marlboro Team 41’12″244

    2. Loris Capirossi Ducati Marlboro Team 41’19″007

    3. Valentino Rossi Fiat Yamaha Team 41’22″282

    4. Daniel Pedrosa Repsol Honda Team 41’23″907

    5. Alex Barros Pramac D’Antin 41’31″719

    6. Randy De Puniet Kawasaki Racing Team 41’39″557

    7. John Hopkins Rizla Suzuki MotoGp 41’41″487

    8. Chris Vermeulen Rizla Suzuki MotoGp 41’47″077

    9. Colin Edwards Fiat Yamaha Team 41’47″317

    10. Marco Melandri Honda Gresini 41’49″215

    11. Carlos Checa Honda Lcr 41’49″965

    12. Anthony West Kawasaki Racing Team 41’50″670

    13. Shynia Nakano Konica Minolta Honda 41’59″674

    14. Sylvain Guintoli Dunlop Yamaha Tech 3 42’06″568

    15. Toni Elias Honda Gresini 42’22″715

    16. Makoto Tamada Dunlop Yamaha Tech 3 42’25″148

    17. Kurtis Roberts Team Roberts 42’25″264