F1 news: Piloti con più pole position nella stessa stagione, la classifica

La classifica dei piloti di Formula 1 che hanno il maggior numero di pole position conquistate nello stesso campionato. I piloti che hanno questo invidiabile record personale.

da , il

    F1 news: Piloti con più pole position nella stessa stagione, la classifica

    Oggi scopriamo la classifica dei Piloti con più pole position nella stessa stagione. In attesa dell’inizio della seconda parte della stagione di Formula 1 2017, abbiamo spulciato le classifiche e le statistiche della F1 riuscendo a stilare questa speciale riguardante i piloti con più pole position nella stagione. Ora non Vi resta che analizzarla e scoprire chi sono stati i migliori della storia. Alcuni di loro sono ancora in attività, altri hanno invece fatto la storia della categoria vincendo un’infinità di gare e titoli mondiali. Ecco chi sono i piloti che hanno fatto pole position leggendarie.

    Sebastian Vettel

    Vettel Montmelò 2011

    Pilota dotato di grande intensità mentale, ha sempre saputo sfruttare al massimo il mezzo meccanico nel giro secco vincendo la maggior parte delle volte il confronto interno col compagno di team. Questa dote, unita alla superiorità tecnica della Red Bull di cui disponeva, gli permise di ottenere quindici (15!) pole position nel solo 2011, anno in cui la domenica capitò spesso che gli altri piloti lo vedessero al via e, un’ora e mezza dopo, al parco chiuso. La sua percentuale sul numero di gare totali, quell’anno, fu del 78%.

    Nigel Mansell

    Mansell Adelaide 1992

    Detto “Leone” non per nulla, divenne famoso per il suo stile di guida aggressivo con cui era solito strapazzare il mezzo meccanico e, in qualifica, spremere ogni bullone pur di ottenere il miglior tempo. L’anno in questione è il 1992, stagione in cui conquistò il suo titolo iridato, che lo vite al volante della superba Williams FW14, all’avanguardia della tecnica e quindi dello schieramento: sulle 16 qualifiche disputate, ben 14 furono appannaggio del pilota britannico. La percentuale che ne deriva è a dir poco impressionante: 87,5%.

    Ayrton Senna

    Senna McLaren 1988

    Terzo e quarto allo stesso tempo, con gli stessi numeri, visse il suo periodo dorato in qualifica nel biennio in cui lo strapotere McLaren era imbarazzante e al contempo l’efficacia sul giro secco del compagno Prost non all’altezza della sua. Il periodo cui ci riferiamo è il 1988-1989, entrambe annate da 16 gare, in cui il brasiliano conquistò 13 pole position in ognuna di esse, ovvero l’81,25%. Va segnalato anche il 1990 in cui ottenne ottime prestazioni, anche se non eguagliò i due anni precedenti, in cui si fermò a “sole” 10 pole.

    Alain Prost

    Prost Adelaide 1993

    La rivincita del francese non si fece attendere più di qualche anno. Nonostante il soprannome di Professore, sintomo di precisione e freddezza, conta 33 pole position al proprio attivo, non certo bruscolini; il suo anno migliore fu senza dubbio il 1993, al rientro dopo una pausa sabbatica, in cui dominò la scena grazie all’ottima FW15. In quella stagione replicò i numeri del grande rivale Senna, siglando 13 pole su 16 qualifiche disputate, ricalcando dunque anche la percentuale: 81,25%.

    Lewis Hamilton

    F1, Hamilton a Mercedes:"No rimpasto meccanici nel 2017"

    Lewis Hamilton, nel 2016, ha conquistato il Trofeo Pole FIA grazie a 12 pole position delle 21 disponibili. Una magra consolazione visto che a fine stagione è stato il compagno di box, Nico Rosberg a vincere il mondiale piloti. La sua percentuale di conquistare la pole è stata del 57%.

    Mika Hakkinen

    Hakkinen

    Finalmente presente in una di queste speciali classifiche, deve la propria assenza dalle altre a causa del suo prematuro addio al mondo della Formula 1, avvenuto al termine del travagliato 2001 di cui fu protagonista. Nonostante lo strapotere vero e proprio della sua McLaren si possa circoscrivere al solo 1998, nel 1999 essere alla guida della vettura comunque più performante gli permise di vincere il suo secondo mondiale (più per demeriti altrui, in realtà) e di esprimere al meglio la precisione con cui sapeva infilare i giri veloci al sabato. In quella stagione conquistò infatti 11 pole su 16 disponibili, che a conti fatti sono qualcosina in più del 68%.

    Michael Schumacher

    Nonostante detenga il maggior numero di pole position in assoluto (ben 68), non ha mai fatto il pienone in qualche stagione particolare, bensì ha approfittato della sua (prima) carriera tutta da vincente per raccoglierne qualcuna ogni anno: infatti ne ottenne il maggior numero nel 2001, in cui la supremazia della Ferrari era ben lungi da quella sfoggiata nel 2002 piuttosto che nel 2004. In quella stagione, fresco del suo primo mondiale in rosso, si aggiudicò 11 partenze al palo su 17 occasioni, per una percentuale che non arriva al 65%.