Piloti F1: senza traction control, qualcuno ha paura della pioggia. La FIA risponde picche

Piloti F1: senza traction control, qualcuno ha paura della pioggia

da , il

    Piloti F1: senza traction control, qualcuno ha paura della pioggia. La FIA risponde picche

    Più di un pilota di Formula 1 ha manifestato perplessità e paure per l’abolizione del traction control. In particolare i pericoli potrebbero arrivare in caso di pioggia dove le monoposto rischierebbero di diventare difficilmente controllabili dando vita a numerose sbandate e uscite di pista.

    Messa così, la patata sembra bollente. Se i piloti decidessero di puntare i piedi su questo aspetto, la Federazione dovrebbe trovare qualche soluzione alternativa.

    Sapendo quanto siano poco bravi a trovare rimedi in tempi rapidi, potremmo aspettarci di tutto. Compresa l’eventualità che venga interrotta la gara se le condizioni meteo non fossero in grado di garantire gli ampissimi abituali margini di sicurezza.

    Tra i più accaniti sostenitori del “c’è da fare qualcosa” citiamo David Coulthard. Anche Massa e Button sono preoccupati. Gente come Kimi Raikkonen o Jarno Trulli, invece, sembra fregarsene più o meno beatamente.

    E’ strano che sia proprio uno della vecchia generazione a mostrare dei timori. Coulthard ha corso già senza traction control. Sarà mica la vecchiaia, allora, a farlo parlare in quel modo lo Zio?

    Per David, comunque, si tratta di tener duro un altro anno e poi per lui si spalancheranno le porte della pensione.

    Una volta tanto, ci sentiamo in accordo con la Federazione che per bocca di Max Mosley ha tentato di chiudere la vicenda nel modo migliore, vale a dire facendo finta di niente e minimizzando il problema.

    “I piloti di Formula 1 sono i migliori al mondo - ha spiegato Mosley – loro sono dei professionisti fantastici e non credo proprio che per gente di quel calibro sia un vero problema guidare anche con la pista bagnata…”. Parole sante.