Piloti F1: Vettel chiede a Ferrari solo un altro anno di contratto

Mercato piloti F1 2018 nel vivo: Vettel chiede alla Ferrari il rinnovo del contratto solo per un altro anno per capire le reali potenzialità del team

da , il

    Piloti F1: Vettel chiede a Ferrari solo un altro anno di contratto

    Sebastian Vettel ha giurato amore eterno alla Ferrari ma non ha mai detto che la sua storia di pilota di Formula 1 si sarebbe conclusa a Maranello. E’ nel pieno della sua carriera e, dopo 3 anni tra alti e bassi, si sta giocando il titolo per la prima volta contro la corazzata Mercedes. L’impressione, però, è che i tedeschi siano più forti ed abbiano, in prospettiva, maggior margine per avere la meglio sulla Ferrari da qui a fine stagione.

    Sebastian Vettel lo sa e, volendo evitare di fare la fine di Fernando Alonso, sta chiedendo a Marchionne e Arrivabene un rinnovo di contratto solo per la stagione 2018. Per lui è fondamentale vedere e capire come si muoveranno le forze in campo nei prossimi 12 mesi. Il suo obiettivo è vincere e accasarsi nel team migliore. Sa di poter godere della stima di tutti i team principal e di avere la forza contrattuale di essere padrone del proprio destino.

    Inoltre, tra un anno anche Hamilton avrà il contratto in scadenza per cui ogni scenario potrebbe aprirsi. Legarsi alla Ferrari per un altro triennio, invece, vorrebbe dire uscire da qualunque gioco di mercato e sedersi alla finestra a vedere cosa faranno gli altri dovendo affidarsi solo alle speranze di competitività del Cavallino Rampante che, lo ricordiamo, non vince il titolo da 10 anni esatti… Vettel, fresco trentenne, rischierebbe di tornare un pilota libero solo nella parabola discendente della carriera.

    Rinnovo contratto Vettel-Ferrari: chi davvero non ha fretta?

    Sebastian Vettel ostenta ottimismo e tranquillità in merito al rinnovo del suo contratto:“E’ vero che non ho firmato nulla ma non c’è fretta. Sono sereno e sono concentrato sulla vittoria di questo campionato, il resto non conta al momento dato che né io né la Ferrari abbiamo fretta”.

    In verità, la Ferrari un po’ di fretta ce l’ha dato che, per bocca di Marchionne, ha già manifestato la propria preferenza:“Vettel ci piace e vogliamo tenerlo, ora spetta a lui dirci cosa vuole fare”, ha pacatamente dichiarato il presidente in occasione di una delle sue ultime apparizioni nel paddock.

    I finlandesi della testata Ilta Sanomat, forti delle notizie che filtrano da Maranello passando dal lato “raikkoniano” del box, confermano che il nodo da sciogliere tra Vettel e la Ferrari riguarda la durata del nuovo contratto. Basta, inoltre, un po’ di logica per arrivare a questa conclusione: non esistono top team in cerca di piloti per il 2018 per cui Vettel dovrà restare per forza dov’è. Per le ragioni di cui abbiamo già parlato, però, il quattro volte iridato vuole avere le mani libere per firmare all’occorrenza con altri qualora le prestazioni in pista dicano che per vincere il titolo si debba vestire una tuta di un colore diverso dal rosso.

    Rinnovo contratto Vettel-Ferrari: annuncio atteso a Monza

    Tra meno di un mese, in occasione del GP d’Italia a Monza, è atteso un annuncio ufficiale. Se non arriverà, significa che la trattativa ha preso una piega lunga e, alla lunga, questo potrebbe innervosire tanto Vettel quanto il Presidente Marchionne. Quest’ultimo – giova ricordarlo – non è nuovo persino a scelte drastiche e brutali nel momento in cui i suoi dipendenti diventano più un problema che una risorsa. Correre in un clima di tensione non sarebbe certo lo scenario ideale per giocarsi il titolo punto su punto contro una Mercedes temibilissima.

    Piloti Ferrari: Raikkonen confermato e futuro comunque OK

    Con Vettel o senza Vettel, il futuro dei piloti della Ferrari sembra comunque a posto. C’è un Daniel Ricciardo, ad esempio, che scalpita per arrivare a Maranello. Ci sono dei giovani come Giovinazzi e Leclerc che rappresentano promesse più che solide, destinate a trovare spazio in Sauber per fare la necessaria esperienza e dimostrare il loro valore prima del grande salto in Rosso. Intanto, c’è anche un Kimi Raikkonen, classe 1979, che si è guadagnato virtualmente il rinnovo per il 2018 nonostante viaggi verso i 39 anni. Il finlandese è alle prese con una seconda giovinezza:“Non sono soddisfatto dei miei risultati, perché ho dimostrato di avere un potenziale maggiore rispetto ai punti che ho in classifica – ha dichiarato Iceman ad Autosport – sono in Formula 1 per vincere delle gare e quest’anno abbiamo una macchina sufficientemente veloce ma non abbastanza se poi ci sono degli imprevisti”.