Pirelli F1 2012: definite le mescole degli pneumatici fino a Silverstone

da , il

    Pirelli F1 2012 - test invenali

    Faranno l’esordio nel prossimo week end, al Gran Premio di Monaco, le gomme supermorbide della Pirelli, lo sapevamo da tempo. Oggi è arrivata anche la comunicazione da parte del gommista italiano che la mescola supermorbida la vedremo in azione anche in Canada. Sono state infatti scelte le combinazioni per gli appuntamenti che seguiranno la gara di Montecarlo.

    In Canada sarà ancora l’accoppiata morbide-supermorbide a esser protagonista, mentre per la trasferta di Valencia rientreranno dopo l’assenza di tre gare (Barcellona, Montecarlo, Montreal) le gomme medie, affiancate dalla mescola morbida.

    Le caratteristiche del tracciato del Gran Premio d’Europa, che richiede un impegno maggiore sulle coperture di quanto non facciano Montecarlo e Montreal, unitamente alle temperature che si attendono elevate, porterà la Pirelli a riproporre la mescola media.

    Più severo Silverstone con i curvoni in appoggio che saranno esigenti sulle gomme, tanto da portare la Pirelli a optare per la stessa scelta fatta a Barcellona. Niente contiguità nella gamma, con le morbide e le dure a disposizione dei team.

    Hembery difende l’imprevedibilità

    L’elenco di piloti e scuderie che criticano il comportamento delle gomme Pirelli è quantomai ricco. Nonostante tutto, Paul Hembery torna a commentare quello che è diventato il tema centrale di questa stagione. «Gran parte dei commenti che abbiamo sono di persone che si divertono a guardare le gare. All’inizio dell’anno, se avessimo detto che nelle prime cinque gare ci sarebbero stati cinque vincitori diversi, ci avrebbero accusato di aver fumato qualcosa», ha dichiarato ad Autosport Hembery.

    «Credo che la gran parte dei tifosi sia contenta di assistere a gare eccitanti. Noi non vogliamo ricoprire il ruolo più importante nelle gare di Formula 1, date agli ingegneri ancora qualche gara di tempo e le cose si sistemeranno».