Pit-stop questi conosciuti… sorpassi questi sconosciuti!

Pit-stop questi conosciuti… sorpassi questi sconosciuti!

da , il

    Pit-stop questi conosciuti... sorpassi questi sconosciuti!

    Dal tristemente conosciuto “anno 0″ della F1, il 1994, tante cose sono cambiate oltre alla presenza di un grandissimo campione.

    In quell’anno furono introdotti i rifornimenti e tale decisione fu presa in accordo tra i Team e la Federazione per fare un passo avanti nella sicurezza in F1. Paradossalmente, in quella stagione si verificarono episodi non molto piacevoli, in pista e anche ai box…

    Innanzitutto è bene sfatare il mito “macchina piena = macchina pericolosa” perchè una vettura con il pieno è pericolosa in caso d’incidente ma lo è altrettanto con mezzo serbatoio e perfino con poca benzina in quanto i gas sono in ogni caso presenti.

    Questa nuova introduzione ha un pò variato lo spettacolo, ma ha contribuito a far sì che il pilota prenda meno rischi. Se c’è una cosa su cui fare marcia indietro per avere un pò più spettacolo, quindi, è proprio il Pit stop.

    Adesso la Fia si stà muovendo con buonsenso verso giuste direzioni come l’abolizione del TC, il futuro ritorno delle slick e la riduzione del carico aerodinamico. Questi, infatti, sono senza dubbio passi importanti per agevolare i sorpassi e lo spettacolo.

    Il punto chiave, però, è un altro: si tratta dell’abolizione del pit stop. Tornando all’antico, senza rifornimenti e i cambi gomme, non si avrebbero più le gare decise da ottime strategie ma si vedrebbero, finalmente, i piloti obbligati a dare spettacolo e sorpassarsi l’un l’altro facendo leva solo sulle loro capacità.