Pneumatici Pirelli 2012: gomme con profili più spigolosi e mescole più morbide

da , il

    Siamo ad Abu Dhabi, 25 gennaio 2012, Pirelli dà il via alla stagione 2012 di Formula Uno presentando al Circuito Yas Marina i nuovi pneumatici per le monoposto che parteciperanno al campionato di Formula 1 2012. La presentazione e’ avvenuta alla presenza di MarcoTronchetti Provera, Presidente e CEO di Pirelli, Paul Hembery, Direttore Motorsport, e Maurizio Boiocchi, Direttore R&D.

    “Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, i Team ci hanno chiesto di confermare per il 2012 quelle caratteristiche che nella passata stagione hanno contribuito a dare vita a gare spettacolari. E’ quel che abbiamo fatto, ottimizzando mescole e profili in modo da garantire prestazioni maggiori e piu’ stabili, unite alla durata variabile che ha caratterizzato i P Zero del 2011. Ci aspettiamo gare dall’esito mai scontato, con strategie differenziate e con molte soste ai box, elementi che il pubblico, oltre che i protagonisti, hanno molto apprezzato” cosi’ ha sentenziato Trochetti Provera, chiudendo la bocca a chi voleva meno Pit Stop nel 2012.

    Per il 2012 gomme piu’ performanti, piu’ veloci di un secondo e mezzo. Anche quest’anno alle scuderie 4 pneumatici per l’asciutto, (supermorbida, morbida, media e dura) e due da bagnato cosi’ come previsto dai regolamenti FIA.

    Le gomme da asciutto cambiano il profilo e tre di queste (morbida, media e dura) cambiano anche la mescola diventando piu’ morbide e aumentando il grip e le prestazioni.

    Per quanto riguarda il bagnato cambia solo la wet (cinturato blu) mentre l’intermedia (cinturato verde) rimane inviariata.

    Altro fattore invariato rispetto al 2011 è la sicurezza, l’affidabilità e il degrado che differenziato tra le diverse mescole.

    Cosa cambia rispetto al 2011? Le gomme sono piu’ quadrate e performanti, si vuole scendere sotto il secondo, tra i 6 e gli 8 decimi.

    Le gomme risultano piu’ quadrate per venire incontro ai regolamenti FIA relativi agli scarichi soffiati. Tali modifiche, dalle quali ci si attende una diminuzione complessiva del carico aerodinamico gravante su ciascuna copertura, hanno portato all’esigenza di avere un’area di impronta piu’ ampia ed omogenea.

    Cambiano le bande di colore sui fianchi per rendere le mescole ancora piu’ riconoscibili, profili piu’ spigolosi e mescole piu’ morbide per venire incontro al nuovo assetto aereodinamico delle vetture.

    Infine torna il brand cinturato, modello di esordio della Pirelli nel 1951 in F1 e che caratterizzerà le gomme da bagnato. Trovata commerciale e di marketing?

    Le nuove gomme debutteranno a Jerez il 7 febbraio 2012, in occasione dei primi test ufficiali della stagione 2012.