Post-gara Yamaha: “Difficile, ma ce l’abbiamo fatta!”

dichiarazioni post losail del team yamaha

da , il

    team_yama

    Chiusi i battenti del Qtar e spolverata l’ultima sabbia dalle suole, si ritorna a casa.

    E il ritorno del team Yamaha non può essere che allegro questa volta, dopo tutte le difficoltà di Jerez e il fantasma-chattering che sembrava non dover scomparire mai.

    E invece, di torna a casa felici, questa volta. Ecco le dichiarazioni post-losail del team yamaha Camel.

    Valentino Rossi

    “E’ stata una gara fantastica, durissima, ma proprio per questo divertente. Oggi la mia M1 andava davvero bene. Mano a mano che la gara entrava nel vivo e l’aderenza diminuiva, il chatter si affievoliva fino a scomparire. Questa vittoria è sicuramente importante per il campionato ma lo è ancora di più da un punto di vista mentale, sia per me sia per la squadra. C’era molto vento ma il grip era buono ed io ho potuto attaccare Stoner, che all’inizio era partito molto forte. Quando le gomme hanno cominciato a consumarsi l’ho passato ed ho pensato di poter allungare. Invece Nicky mi è rimasto incollato e, quando ho visto che anche Loris cominciava a risalire, mi sono un po’ preoccupato per gli ultimi giri. Poi però ho spinto forte e sono riuscito a controllarli. E’ fantastico aver raggiunto un pilota come Mick Doohan e adesso solo Giacomo Agostini mi sta davanti. Battere i record non è la cosa più importante ma sicuramente è una cosa piacevole! Mi sembra che il mio campionato sia iniziato adesso. Jerez è stato un incubo ma qui ci siamo ripresi! Un grande grazie a Jeremy e a tutti i ragazzi perché sono rimasti concentrati durante un momento difficile e questo è un premio per loro”.

    Colin Edwards

    “Ho fatto una buona partenza e nei primi cinque giri mi sentivo a posto: la moto andava bene e potevo guidare in maniera aggressiva. Mi sono detto, ok andiamo. Poi, nel sesto giro, ho perso l’anteriore tre volte di seguito, e in un’occasione ho rischiato anche di cadere. Ho pensato che fossimo in una fase troppo iniziale per dover controllare e quindi ho riprovato a spingere, ma l’avantreno ha continuato nello stesso modo, costringendomi a rallentare sempre di più. In prova, durante la simulazione, avevo percorso l’ultimo giro in 1’57.2 ma oggi in gara andavo tre secondi più lento, quindi è ovvio che qualcosa non andava. Per fortuna domani ci fermeremo a provare e potremo cercare di risolvere questa cosa per essere in forma migliore in Turchia”.

    Davide Brivio

    “Oggi è stata una gran giornata per noi perchè abbiamo superato una serie di difficoltà con una vittoria e questo è fantastico. Bisogna dare credito alla squadra perché ha sempre mantenuto il controllo e la determinazione durante questa fase. Per quanto riguarda Colin dobbiamo rimanere concentrati perché oggi ha avuto dei problemi e noi vogliamo portare entrambi i piloti al top. Abbiamo ancora del lavoro da fare ma oggi abbiamo ottenuto dei punti importanti per il mondiale oltre al fatto che la vittoria ci da persino più motivazioni per continuare così anche a Istanbul”.