Presentazione Ferrari F1 2014, la data scelta è il 25 gennaio

La Ferrari annuncia la data di presentazione della nuova monoposto di F1, il cui nome verrà scelto dai tifosi

da , il

    anteprima Ferrari F1 2014

    Arriva la notizia tanto attesa da Maranello, ovvero, la data scelta per la presentazione della nuova Ferrari di F1 2014. I veli si alzeranno il prossimo 25 gennaio, un sabato, diversamente dagli appuntamenti infrasettimanali ai quali ci aveva abituato recentemente in Cavallino rampante.

    Sarà la prima volta in cui il nome della macchina verrà scelto dai tifosi, come già anticipato nelle scorse settimane . Dopo una lunga selezione, sono rimaste queste sigle: F14 T, F14 Maranello, F14 Scuderia, F166 Turbo, F616. Un giorno prima della presentazione si conoscerà il nome uscito vincitore tra tutti e i tifosi potranno sceglierlo votando su sito apposito.

    Dal semplice F14 T (anno e T di turbo, mentre per i più smart è anche F14T (Fiat;ndr)) al F14 Maranello, un tributo al territorio come già avvenuto in passato con le vetture stradali. Poi c’è un F14 Scuderia, anche qui a riprendere qualcosa già impiegato per la F430, finendo con F166 Turbo e F616, entrambi a incarnare le modifiche tecniche al propulsore, con quel 16 indicativo della cilindrata (1.6 litri) e il frazionamento 6 a V del motore.

    Oltre a decidere il nome della monoposto, i fan potranno anche rivolgere domande a Domenicali, Alonso e Raikkonen, con la risposta che arriverà in occasione della presentazione.

    Ma c’è dell’altro, se possibile più interessante ancora, in concomitanza dell’annuncio della data di presentazione della F1 2014. Azzardiamo ipotesi che magari verranno sconfessate, ma quella nascosta sotto il drappo rosso sulla pagina del sito del Cavallino ha tutta l’aria di essere la monoposto 2014. Gli indizi sono inequivocabili, con il muso basso e le paratie dell’ala molto più interne alle ruote, in ossequio al nuovo regolamento tecnico. Se dovesse realmente essere questa la nuova Ferrari F1 non sembra sfoggiare quella proboscide sull’estremità del musetto che è il timore di tutti gli appassionati. La Caterham l’avrà, in Ferrari forse riusciremo a farne a meno. Il 25 gennaio sparirà il condizionale.