Qualifiche GP USA F1 2017 Austin, qualifiche Ferrari. Vettel: “Abbiamo recuperato velocità quando contava”

Vettel porta la Ferrari in prima fila nelle qualifiche del GP degli USA 2017, in extremis. Raikkonen beffato da Ricciardo

da , il

    Qualifiche GP USA F1 2017 Austin, qualifiche Ferrari. Vettel: “Abbiamo recuperato velocità quando contava”

    Una Ferrari velocissima nel primo settore, competitiva nel terzo, ma con un secondo settore di Austin rivelatosi indigesto. Le qualifiche del Gran Premio degli USA F1 2017 portano Sebastian Vettel in prima fila, a pochissimi decimi dalla pole. Un risultato forse insperato dopo aver visto il primo run della Q3, nel quale Seb ha chiuso anche alle spalle di Raikkonen. Ha saputo spremere al meglio la Ferrari SF70H nell’ultimo tentativo disponibile, nel quale le due Mercedes non hanno migliorato la prestazione di riferimento. Peccato per Kimi Raikkonen, paga 2 decimi a Vettel, appena 9 ms più lento di Bottas, ma soprattutto perde anche la seconda fila perché si trova con lo stesso tempo al millesimo di Daniel Ricciardo. Se il sabato è tradizionalmente favorevole a Mercedes, in gara potrebbero esserci altri scenari e la Ferrari sfruttare una miglior gestione della gomma ultrasoft, a patto però di produrre un passo più rapido di quello visto al venerdì. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP USA F1 2017 con risultati e classifica.

    «Sono contento alla fine, c’è mancato un po’ il ritmo nella transizione tra primo e secondo settore, alla fine l’ho azzeccato, proprio all’ultimo giro. Credo che il passo gara sia buono, in qualifica siamo stati dietro per tutto l’anno, giù il cappello davanti a Lewis. Vedremo domani come andrà», dice Vettel.

    L’obiettivo dovrà essere la vittoria, per coltivare ancora una speranza forse irreale di titolo iridato. «Dovremo vincere anche tutte le altre, prendiamo un giorno alla volta, oggi abbiamo recuperato velocità, l’abbiamo trovata quando contava».

    Dopo il venerdì problematico, si è deciso per la sostituzione del telaio della SF70 di Vettel: «Sono molto contento del risultato, era cruciale azzeccare l’ultimo tentativo. Ho avuto una partenza un po’ lenta, non mi sentivo a mio agio ieri in macchina e ho perso la macchina molto presto nelle libere 2, poi ho sentito che qualcosa non andava ed è stato un lavoro enorme quello fatto dal team e dai meccanici, che hanno avuto tantissimo lavoro da fare nelle ultime settimane, senza mai infrangere il coprifuoco. E’ stato un lavoro grandioso e credo abbiano fatto un tempo record nel cambio di telaio. Oggi la macchina mi ha dato sensazioni decisamente migliori, non ho trovato subito il ritmo, sapevo che se avessi fatto bene alcune curve avrei trovato un gran progresso, alla fine siamo arrivati anche più vicini di quanto non ci aspettassimo».

    Kimi Raikkonen si è ben comportato, la tempistica, però, gli nega la seconda fila. Prova a leggere il lato positivo della quinta posizione: «Parto dal lato pulito domani, per me va bene. Poteva andare meglio, sono comunque vicino. Certamente sarà una partenza ravvicinata, sarà importante avere uno stacco buono e vedere cosa accadrà dopo alla prima curva».