Ralf Schumacher, un anno sabbatico per stare lontano dai pericoli e vedere la pensione

Ralf Schumacher, un anno sabbatico per stare lontano dai pericoli

da , il

    Ralf Schumacher, un anno sabbatico per stare lontano dai pericoli e vedere la pensione

    Ralf Schumacher lo ha detto chiaramente. Nel 2008 non correrà in Formula 1. Il suo non sembra un addio ma solo un arrivederci perché, nonostante l’età, il fratellino crede di poter rientrare in gioco.

    Onestamente, a crederlo pare sia solo lui. Con la schiera di giovani talenti che sgomitano per trovare sedili, sembra difficile che un bollito come lui e per giunta dopo un anno di inattività possa eventualmente trovare un sedile nel 2009.

    Sotto sotto Ralf forse lo sa e, infatti, ha tenuto a precisare che non ha nessuna intenzione di tenersi allenato andando a correre in altre categorie. Dopo la bocciatura dell’Audi e del DTM nei suoi confronti, l’ex pilota Toyota ha rifiutato tutte le offerte che gli sono arrivate dall’America e dall’Asia.

    “Gli sport motoristici sono e saranno sempre la mia vita - ha spiegato Schumi Jr. - ma non ho nessuna intenzione di correre a tutti i costi. Non mi vedrete mai su un ovale o in gare come quella di Le Mans. Non penso che questo sia il momento della mia vita dove è giusto rischiare…”

    Bene. D’accordo la sicurezza. Ricordiamoci però che anche nella supercontrollata Formula 1, Ralf ha preso delle botte niente male.

    Nel video in alto c’è il crash più impressionante. L’anno dopo, sempre nello stesso punto, altri due incontri a muro. Se poi gli ovali non gli piacciono. C’è da capirlo!