Rally Marocco 2017, prima tappa: Peugeot subito in testa con Sebastien Loeb

Ottima partenza della Peugeot al Rally del Marocco 2017. Nella prima giornata del Rally Raid africano è stato Sebastien Loeb ad imporsi con la sua 3008DKR.

da , il

    Il Rally Marocco 2017 ha visto subito protagonista le Peugeot 3008DKR. La casa del Leone, in gara con gli equipaggi formati da Sebastien Loeb – Daniel Elena e Carlos Sainz e Lucas Cruz, ha conquistato la prima tappa grazie ad una grande prestazione di Loeb. Il nove-volte campione del mondo del WRC ha infatti messo quasi 14 minuti tra sè e la concorrenza dopo il Day-1. Il francese, partito undicesimo dopo la breve super-speciale di Giovedi, è riuscito a rimontare le posizioni e non commettere nessun errore di navigazione.

    L’altra Peugeot 3008DKR di Sainz, che ha fatto da “apripista” per buona parte della giornata, ha chiuso al settimo posto la prima tappa del Rally del Marocco.

    Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport & Team Manager Peugeot Total ha commentato la prima tappa del Rally Raid: “E’ un ottimo risultato raggiungere il traguardo della speciale più lunga del rally in questo modo. Siamo contenti del primato, ma dobbiamo rimanere concentrati. Loeb è stato davvero performante e ha meritato di essere in testa. Peccato per Sainz che ha avuto qualche problema, ma sono sicuro che oggi riuscirà a rimediare”.

    Sébastien Loeb è parso molto fiducioso dopo la prima tappa: “Questa è una grande giornata per me e la Peugeot. Siamo rimasti concentrati e non abbiamo commesso errori, né di navigazione, né di guida. Ho fatto tanti sorpassi e ho spinto molto. Ho un bel vantaggio sugli altri, ma siamo solo all’inizio e ci sono ancora molto chilometri e sfide da affrontare prima della fine“.

    Carlos Sainz ha avuto problemi di navigazione e con le gomme: “Ho forato due volte e ho perso cinque minuti quando ci siamo persi. Un vero peccato, ma quando fai da ‘apripista’ è cosi. Il rischio è sempre dietro l’angolo. Oggi proverò a recuperare terreno nei confronti dei primi”.

    Tappa 2 del Rally del Marocco

    Nella giornata odierna i piloti entreranno nel cuore del Sahara, tra Erfoud e Ergchebi, con superamenti di dune complesse, complicate sia per i piloti che per i navigatori. Un percorso insidioso che dovrà essere preso molto seriamente dai vari equipaggi se non vorranno farsi trovare impreparati.